Napoli. Ucciso dalla camorra durante una stesa, il corteo in ricordo di Petru

Manifestazione in memoria delle vittime innocenti di camorra. Sono trascorsi nove anni dal tragico 26 maggio 2009. Quella sera un gruppo criminale di otto persone su quattro motociclette attraversò contromano via Pignasecca fino alla alla piazzetta della stazione.

Si trattò di una stesa durante la quale i sicari spararono all’impazzata colpi in aria per rafforzare il loro controllo sul territorio. Vittime della sparatoria un ragazzo, ferito alla spalla, e Petru Birladeanu, 33enne di nazionalità romena, morto tra le braccia di sua moglie Mirela. I due stranieri avevano lasciato la Romania, dove lui svolgeva il mestiere di calciatore nella serie A romena, per cercare fortuna in Italia. Petru suonava la fisarmonica alla stazione di Montesanto e la compagna raccoglieva le offerte dei passanti.

In seguito alla tragedia avvenuta in quell’estate del 2009 la stazione di Napoli Montesanto dell’ex Cumana, teatro della stesa, è stata intitolata a Petru Birladeanu. Ogni anno “Libera” – Sezione Vomero organizza una manifestazione semplice, popolare, significativa, nel ricordo di quel giovane innocente vittima della camorra.

L’appuntamento per partecipare al corteo in occasione del nono anniversario della morte di Petru è fissato per sabato 26 maggio 2018, alle ore 16:30, a Montesanto.  Il Sindacato OR.S.A. spera nella partecipazione di tutti i lavoratori e familiari nel rispetto di tutte le vittime innocenti di camorra. L’iniziativa vedrà protagonista in un’esibizione poetico musicale Emilio Vittozzi.