Natale e Capodanno ‘blindati. Scattano i controlli straordinari delle forze dell’ordine.  Venerdì 18 dicembre il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha presieduto al Viminale il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, al quale hanno partecipato i vertici delle Forze di polizia e degli organismi di informazione di sicurezza, il sottocapo di Stato maggiore della Difesa e il capo del Dipartimento amministrazione penitenziaria. “Sarà un Natale di sacrifici per tutti. Per quest’anno è necessario allontanarci da quella che è la nostra tradizione vista la pandemia. Dobbiamo evitare una terza ondata. Per quanto riguarda i controlli, abbiamo stanziato oltre 70mila unità di polizia su tutto il territorio”, dichiarò il Ministro Lamorgese. Saranno poi i Questori e le Prefetture locali a dare seguito alle indicazioni del Ministero dell’Interno.

NATALE E CAPODANNO, CONTROLLI INTENSIFICATI

In vista delle Feste di Natale è prevista l’intensificazione degli spostamenti saranno poi pianificati specifici servizi sulla rete viaria stradale e autostradale e, per evitare assembramenti, nelle stazioni ferroviarie, portuali ed aeroportuali, nonché presso i terminal di trasporto pubblico.

Il Comitato ha poi approvato la pianificazione presidiaria delle Forze di polizia a competenza generale per l’anno 2021. Nella nuova pianificazione particolare attenzione è stata dedicata alle aree periferiche e alle zone in cui più pressanti sono i richiami ai fattori di rischio, con l’obiettivo di garantire una più incisiva azione di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, di prevenzione e contrasto alle attività criminali, nonché di fornire servizi più adeguati al cittadino.

Il percorso di pianificazione ha coinvolto a livello territoriale i prefetti, i questori, i comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e delle Guardia di Finanza e i sindaci dei comuni interessati, nei rispettivi comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica, dove sono stati attentamente esaminati anche tutti i fattori rilevanti e i contributi dei vari attori della sicurezza, con il prezioso e fattivo coinvolgimento delle Polizie locali.

Allo scopo di conseguire anche importanti obiettivi funzionali e risparmi di spesa, nell’ambito delle manovre di ridislocazione di presidi e uffici delle Forze di polizia è stata previsto anche il riutilizzo di un cospicuo numero di edifici confiscati alla criminalità organizzata.

SCARICA IL MODULO DELL’AUTOCERTIFICAZIONE

Pubblicità