Il ginecologo Tullio Ghi è stato assolto dall’accusa di omicidio colposo perché ‘il fatto non sussiste’. La decisione del giudice Alberto Gamberini è arrivata al termine del processo con il rito abbreviato. Il professionista era finito imputato per la morte del piccolo Gianmarco, deceduto il 14 giugno 2014 all’ospedale Sant’Orsola, quattro giorni dopo un parto indotto ed eseguito in libera professione.
Secondo il pm Roberto Ceroni, che aveva chiesto la condanna a un anno per il ginecologo, la morte del neonato era avvenuta per le fratture al cranio provocate dall’utilizzo ripetuto e quindi improprio della ventosa. Una tesi a cui si era contrapposta quella dei legali di Ghi, gli avvocati Gino Bottiglioni e Stefano Bruno, che avevano presentato una propria perizia. Infine per far luce sulla vicenda anche il giudice aveva deciso di disporre una perizia d’ufficio. Insieme al ginecologo era imputata un’ostetrica, anche lei assolta.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.