Quantcast
5.5 C
Napoli
mercoledì, Febbraio 8, 2023

“No all’abolizione del Reddito di cittadinanza”, parte da Scampia il tour di Giuseppe Conte

Pubblicità

Difendere la manovra che lui stesso ha fortemente voluto, questo il motivo della presenza di Giuseppe Conte a Scampia venerdì 2 dicembre. Il quartiere di Napoli aprirà il tour pro Rdc. Non è un “bel periodo” per il reddito di cittadinanza, misura ideata e messa in atto dal movimento pentagonale. La riforma, ideata con lo scopo di aiutare economicamente i più bisognosi a patto che questi rispondessero ad alcuni criteri, è messa fortemente in dubbio  dal Governo Meloni.

L’opinione del centro destra in Italia 

Giorgia Meloni, così come i partiti di destra/centro destra, non hanno mai visto di buon occhio lo sviluppo della riforma. Quel che è stato messo in dubbio da “Meloni & company” non è la riforma in se ma il modo in cui essa si è evoluta. Per il centro destra italiano infatti il Reddito di cittadinanza ha fomentato il lavoro “in nero” e ha indebolito la volontà di trovare un impiego. Insomma va bene aiutare chi ne ha bisogno ma escludere l’idea dello “stipendiato dal reddito”. La manovra non doveva escludere la ricerca di lavoro, questo uno dei motivi per cui il Governo Meloni ha deciso di stopparla (gradualmente).

Pubblicità

La “battaglia” di Giuseppe Conte 

Giuseppe Conte però non ha mai cambiato opinione sulla sua riforma, continua a sostenere che il Reddito di cittadinanza è un’aiuto che dev’essere dato. Motivo per cui Conte porterà avanti la sua “propaganda” a favore del reddito, cercando di fare luce sui lati positivi raccontando le esperienze delle famiglie che ne hanno giovato. Il “tour pro reddito” partirà proprio a Napoli, per la precisione a Scampia, questo venerdì due dicembre.

Il coordinatore regionale del Movimento 5 Stelle Salvatore Micillo spiega: “Racconteremo le storie di chi, grazie alla misura del Movimento 5 Stelle, ha potuto garantire alla propria famiglia dignità e sostegno“. “Difenderemo il Reddito di cittadinanza in Parlamento non soltanto per il Mezzogiorno ma per tutto il Paese perché gli italiani non possono essere costretti a scegliere tra mangiare e pagare le bollette” continua.

“Difenderemo il Reddito!”

Questo governo vuole eliminare l’unica misura che continua a salvare dalla fame centinaia di migliaia di famiglie e lavoratori che percepiscono stipendi miseri” conclude poi. A parlarne sono anche i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano, Vincenzo Ciampi e Gennaro Saiello. “Nella nostra regione, che ha uno dei più alti tassi di disoccupazione in Europa, la fase 2 del Reddito di cittadinanza è stata sabotata da un governatore che aveva come unico obiettivo il fallimento della riforma” spiegano.

Su questo punto Vincenzo De Luca e Giorgia Meloni giocano la stessa partita sulla pelle dei cittadini. Si preferisce ignorare le difficoltà di chi ha meno per colpire una forza politica. Se vogliamo preservare la tenuta sociale del Paese abbiamo bisogno di tutelare milioni di italiani relegati ai margini della società. Nella difesa dei più deboli non saremo moderati” concludono.

Pubblicità

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità

Ultime Notizie

Festival di Sanremo, polemica tra Salvini e Amadeus: “Può anche non guardarlo”

Il leader della Lega Matteo Salvini si scaglia ancora una volta contro il festival di Sanremo, Amadeus controbatte esausto:...

Nella stessa categoria