“Non serve a niente, basta bufale”, Burioni contro il video sull’Arbidol

In queste ore è diventato virale un video di un cittadino italiano, in compagnia di un suo connazionale, che ha acquistato il farmaco Abidol o Arbidol in una farmacia dell’aeroporto di Mosca. Nel filmato l’uomo ha sottolineato la facilità dell’acquisto del farmaco che viene definito come “il farmaco per il coronavirus” “contro tutti i coronavirus”.

Il farmaco non è sconosciuto in Italia, infatti l’Ansa lo ha citato in un articolo del 6 febbraio: “L’Arbidol, un farmaco antivirale utilizzato in Cina per la terapia dell’influenza, potrebbe essere combinato con l’antiretrovirale Darunavir per il trattamento dei pazienti affetti dal nuovo coronavirus. Secondo un gruppo di ricercatori guidato da Li Lanjuan, membro dell’Accademia cinese di Ingegneria ed esperta della Commissione Sanitaria Nazionale, durante alcune sperimentazioni condotte in vitro l’Arbidol si è dimostrato in grado di inibire efficacemente il coronavirus 2019-nCoV. La nota epidemiologa cinese, direttrice del principale laboratorio statale del Paese asiatico per la diagnosi e la terapia delle malattie infettive, ha consigliato alla Commissione di includere questa combinazione farmaceutica nella sesta versione delle linee guida per il trattamento dell’infezione”.

Secondo un approfondimento di fine febbraio da parte di Smartmag, che indica l’uso dell’Arbidol per l’infezione influenzale in Cina e Russia. Il farmaco non è stato infatti approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) americana e dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA – European Medicines Agency). Anche il  Professore di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano – Direttore scientifico Medical Facts – Roberto Burioni ha scritto sul suo profilo twitter.