Dopo 33 giorni di cure, a 100 anni guarisce dal Covid. Lei è nonna Anna di Cava de’ Tirreni, nel salernitano, che per più di un mese ha battagliato contro il Coronavirus ed ha vinto poi la sfida, anche grazie al supporto e al sostegno della Croce Rossa metelliana.

Nonna Anna, ad inizio novembre, aveva avuto contatti con una persona positiva, poi i primi sintomi con qualche linea di febbre e l’esito positivo del tampone, dopo il test sierologico, effettuato proprio grazie ai volontari della Cri. È rimasta da sola a casa ma sempre monitorata grazie ad una telecamera installata vicino al suo letto. I suoi nipoti le hanno portato il cibo a pranzo e a cena, muniti, naturalmente, di casco, guanti e tuta anti-contagio.

Le videochiamate con i familiari hanno scandito i lunghi 33 giorni di malattia.  Pochi giorni fa la buona notizia, con gli esiti sanitari che hanno accertato la negatività al Covid.  La sua casa è stata disinfettata e figli, nipoti e pronipoti da qualche giorno possono ritornare a trovare la loro amata “Nonna Anna“, sopravvissuta alla guerra, all’Influenza Spagnola e ora anche al Covid.

La sua storia, e in particolare la sua lotta al virus, è stata documentata da FanPage.it, che ha intervistato sia l’anziana che i suoi familiari. Stando al racconto, nonna Anna ha scoperto di essere positiva all’inizio di novembre. Dopo un po’ ha cominciato ad accusare anche sintomi più gravi, facendo preoccupare i suoi nipoti: «Aveva febbre a 38, la saturazione bassa e l’affanno, ma alla fine ce l’ha fatta».

Nonna Anna ha così sconfitto il Covid dopo 33 giorni, per la gioia di Cava de’ Tirreni e, in particolare, dei suoi familiari (con cui trascorrerà le festività natalizie).«Ha superato la guerra, ha superato l’influenza spagnola, non poteva morire di CoViD-19», spiegano i nipoti, che hanno ringraziato ripetutamente la Croce Rossa cavese.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.