Scuole in Campania
Immagine di repertorio

Oggi riaprono le scuole in Campania, 484mila alunni sono tornati in classe.

Anche in Campania riaprono le scuole, per molti studenti oggi è il giorno del ritorno in classe. Saranno quasi 5,6 milioni (2 su 3, il 66%) gli alunni che torneranno in presenza a scuola in Italia, mentre quasi 3 milioni dovranno continuare a seguire le lezioni in Dad.

RIAPRONO LE SCUOLE IN CAMPANIA, I NUMERI

Le regioni più interessate dalla riapertura in presenza sono la Lombardia con 785.910 di ragazzi a scuola (e 615.903 in Dad), il Lazio con 687.592 (e 133.737 in Dad), il Veneto con 573.694 (e 106.402 in Dad), la Campania con 484.731 (e 460.262 in Dad) e l’Emilia Romagna con 335.580 alunni (e 284.843 in Dad). Con la quasi totalità degli alunni in presenza (82-83%) le isole: la Sicilia con 614.891 e la Sardegna con 170.004.

Si ripopolano dunque le aule, grazie al Decreto Legge n. 44 che consente il rientro a scuola anche nelle zone rosse dei bambini della scuola dell’infanzia, degli alunni di primaria e di quelli del primo anno di secondaria di I grado.

“Tornano a scuola i bambini più piccoli, anche in zona rossa, e questo è un grande segno di fiducia nel Paese. I ragazzi vanno al 50% nelle zono arancioni ma stiamo lavorando tutti moltissimo perché possano tornare anche loro nelle loro scuole il prima possibile”, ha affermato il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, intervenuto ieri al TG3. “La scuola – ha aggiunto – è sicura ma non è sotto una campana di vetro. Quindi quel grado di responsabilità che tutti dobbiamo avere, non deve essere soltanto dentro la scuola ma deve essere dappertutto, fuori e dentro questa grande comunità”.

Emergenza Covid a Giugliano, 413 positivi in 7 giorni ma le scuole riaprono

Emergenza Covid senza fine. A Giugliano, come comunicato dal sindaco Nicola Pirozzi su Facebook, si registra un incremento di 413 positivi negli ultimi sette giorni per un totale di 658 attualmente positivi al Covid.

La decisione sulla scuola

Si torna a scuola a Giugliano, l’Amministrazione comunale ha deciso di non prolungare la Dad. La decisione è stata presa in una riunione di giunta e confronto col consigliere Giovanni Pirozzi di Forza Italia. Questi aveva chiesto di far slittare riapertura. Il Sindaco Pirozzi e l’Assessore Tonia Limatola hanno chiesto alle scuole di monitorare la situazione nei prossimi giorni. Ed annche di segnalare eventuali “casi di eccezionale e straordinaria necessità”.
Dall’analisi effettuata dall’Amministrazione, i dati covid non registrano allarme nella popolazione scolastica.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità