De Laurentiis positivo al Covid, alla riunione di Lega con la febbre: «Colpa delle ostriche»

DE LAURENTIIS

Ieri, secondo quanto si apprende da fonti del Napoli, Aurelio De Laurentiis non aveva sintomi che potessero fargli pensare di essere positivo al Covid: avvertiva solo un leggero mal di stomaco che aveva attribuito a del pesce mangiato la sera prima. Il presidente, fanno notare le fonti azzurre, è molto attento alle proprie condizioni fisiche e se avesse avvertito sintomi non avrebbe mai intrapreso un viaggio in nave e aereo da Capri a Milano e ritorno nella stessa giornata come invece ha fatto. Il presidente Aurelio De Laurentiis non vede la squadra da venerdì scorso quando, subito dopo la partita con il Teramo a Castel di Sangro, ha lasciato il ritiro per recarsi a Capri, dove sta vivendo la sua estate con la moglie Jacqueline, anch’essa risultata positiva

Un utente scrive: «Aveva i sintomi, ha millantato un’indigestione da ostriche, ha partecipato all’assemblea di Lega fregandosene. Il problema non è lui, in quanto singolo; il problema è che troppi nostri connazionali sono in modalità De Laurentiis da troppo tempo, ormai». Aurelio De Laurentiis avrebbe inizialmente ricondotto i suoi sintomi, è stata accostata – non senza un velo d’ironia – all’ormai celebre prostatite di Briatore.

De Laurentiis all’assemblea della Lega

Aurelio De Laurentiis ieri mattina ha partecipato a Milano all’assemblea della Lega. Durante i lavori della Lega non era indispensabile indossare la mascherina perche’ sono stati rispettati i protocolli anti Covid e il distanziamento sociale, fa sapere la Lega. De Laurentiis ha pranzato ieri con altri presidenti dei club di serie A. E non ha usato la mascherina mentre parlava con i giornalisti al termine della riunione all’uscita dall’albergo.

Nell’assemblea di Lega di ieri a Milano erano presenti tutti i rappresentanti delle 20 società di Serie A, tra presidenti e dirigenti.  Nel corso della riunione tutti erano seduti a circa un metro e mezzo di distanza l’uno dall’altro, rispettando le norme relative al distanziamento. A questo punto dovrebbero scattare le procedure obbligatorie per chi è entrato in contatto con De Laurentiis, compresi gli altri presidenti e dirigenti dei club.

La squadra e il tecnico Gattuso riceveranno i risultati dei tamponi domani in mattinata e poi si decideranno le conseguenti azioni. Domani sera il Napoli ha in programma un’amichevole allo stadio San Paolo contro il Pescara e se i tamponi saranno negativi l’orientamento è di proseguire secondo programma.

Al momento non ci sono calciatori che risultino positivi. (Ansa)