Petriccione, Grimaldi e Angrisano: un triumvirato guidava la Vanella Grassi

Un gruppo, tre anime. E’ questa la ‘fotografia’ della Vanella Grassi come è andata delineandosi negli ultimi anni. Un’idra a tre teste analizzata due anni fa da Internapoli che aveva anticipato quale fosse il ‘nuovo volto’ del clan che da braccio militare del clan Di Lauro è divenuto prima ‘costola’ degli Scissionisti prima di fare il ‘grande salto’ e divenire gruppo autonomo. Nell’articolo del 2018 veniva chiarita questa divisione della Vanella in tre ‘anime’, espressione dei tre maggiori quartieri dell’area nord, Secondigliano, Scampia e San Pietro a Patierno.

Tre gruppi ‘espressione’ di tre quartieri

Il primo gruppo della Vanella Grassi è quello dei Grimaldi, operativi sull’area di San Pietro a Patierno e del rione Berlingieri. Si tratta degli eredi di Carmine Grimaldi ‘Bombolone’ , gruppo capeggiato dal figlio di quest’ultimo, il 32enne Vincenzo. Il secondo gruppo è quello degli Angrisano, insediati nella zona di Scampia e del Lotto G e Lotto P. Si tratta del gruppo capeggiato dal baby ras Alessio.  Ad esso si riconnettono alcuni soggetti ancora attivi nell’area di Secondigliano e costituenti un terzo blocco e facente riferimento proprio a Salvatore Petriccione, il fondatore del gruppo e Vincenzo Spera ‘o nir. Si è potuto accertare che, nel corso del tempo, i rapporti tra questi gruppi eterogenei hanno vissuto momenti di fibrillazione, Il principale – se non unico – interesse che li tiene uniti è infatti costituito dall’acquisto di ingenti quantitativi di stupefacente e la loro distribuzione attraverso il duplice sistema della vendita all’ingrosso (nei cosiddetti  ‘passaggi di mano’) e la cessione al dettaglio della droga attraverso il sistema delle piazze di spaccio.

Il ‘brand’ Vanella Grassi

Salvatore Petriccione in particolare viene indicato come possessore di un vero e proprio ‘brand criminale’  del Vanella Grassi che consente ai gruppi di mantenere una fondamentale unità di intenti ed esercitare la pressione sul territorio. Nelle pagine dell’ordinanza vengono in particolare ricostruiti nel dettaglio i canali di distribuzione dello stupefacente sino alle piazze ed i luoghi di stoccaggio, sono stati individuati i soggetti incaricati del taglio e del confezionamento delle dosi. Si è inoltre accertato che le piazze di spaccio nei territori controllati dalla Vanella sono state ricostituite operando nelle consuete forme di distribuzione al minuto, proseguendo senza interruzione anche nel periodo di lock-down.

Le estorsioni del gruppo

Sono stati raccolti elementi in ordine a numerosi episodi di natura estorsiva, esercitata in danno di commercianti di San Pietro a Patierno e di altre zone su cui il clan esercita la propria influenza (Scampia e Secondigliano). E’ risultato, inoltre, che i titolari delle bancarelle del mercatino ambulante che si tiene settimanalmente nei pressi della villa comunale di Scampia, oltre 120, dovevano regolarmente versare all’organizzazione una somma a titolo di tangente.

GENERALITÀ DEI SOGGETTI DESTINATARI DEL PROVVEDIMENTO:

1.     ALIOTTA Lucia 03.11.1982;

2.     AMODIO Anna Maria  26.11.1964;

3.     ANGRISANO Alessio 19.08.1997;

4.     ANGRISANO Angelo 22.05.1988;

5.     ANSIOSO Alfonso 24.10.1978;

6.     AURIOLA Pasquale 25.10.1996;

7.     BORRIELLO Giovanni 15.04.1982;

8.     BURZIO Luigi 07.05.1972;

9.     CAPOLUONGO Antonio 12.01.1980;

10.  CAPUOZZO Vittorio 22.08.1991;

11.  CARELLA Vincenzo 22.12.1995;

12.  CARRIOLA Patrizia 28.01.1964;

13.  CASABURI Carmine 19.07.1997;

14.  CASTRO Pietro 02.02.2000;

15.  COSTAGLIOLA  Mario 13.10.1997;

16.  CRISCUOLO Salvatore 11.11.1981;

17.  CRISTILLI Antonio 12.10.1994;

18.  D’ALESSIO Benito 12.08.1991;

19.  DE MASO Nicola 22.09.1971;

20.  DEL PIANO Pietro 30.12.1988;

21.  DI NATALE Luigi 24.06.1977;

22.  ESPOSITO Giuseppe 01.11.1996;

23.  FORTE Francesco 24.06.1990;

24.  GIGLIO Vincenzo 23.02.1977;

25.  GRIMALDI Nico 03.10.1995;

26.  GRIMALDI Vincenzo 10.01.1988;

27.  GUARINO Antonio 20.10.1982;

28.  IMPROTA Eduardo 07.08.1958;

29.  IPPOLITO Umberto 28.04.1986;

30.  LAMONICA Salvatore 03.08.1978;

31.  MOSTARDINI Isidoro 04.09.1990;

32.  PAONE Raffaele 12.09.1984;

33.  PECORELLI Nunzio 03.01.1993;

34.  PETRICCIONE Salvatore 01.05.1970;

35.  POCCI Gaetano 08.08.1992;

36.  RAPILLO Giuseppe 04.08.1993;

37.  ROMANO Gennaro 13.02.1992;

38.  ROMEO Luigi 20.01.1978;

39.  RICCI Carmine 07.05.1997;

40.  RUSSO Alberto 22.10.1965;

41.  SAGGESE Antonio 01.01.2000;

42.  SCARPELLINI Giuseppe 19.01.1974;

43.  SPERA Vincenzo 10.07.1978

44.  STRAZZULLI Giovanni 26.10.1995;

45.  TORINO Gennaro 01.10.1991;

46. BOTTIGLIERI Ciro, 06.04.1979

47. GUIDI Ciro, 01.05.78

48. PAPPAGALLO Luigi, 28.05.97

49. D’AMBROSIO Alessio Francesco, 24.07.98

50. MINCIONE Emanuele, 26.10.95

51. PARZIALE PASQUALE, 16.04.1991

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK