Pistole e mazze da baseball, commando armato distrugge l’auto della sorella del pentito Genny a’ carogna

Un raid contro l’auto della sorella di Genny la carogna. A riportare il retroscena, dietro cui potrebbe nascondersi sia una ritorsione per il pentimento del fratello che un semplice raid slegato da logiche criminali, è il Mattino. Il quotidiano napoletano riporta la denuncia fatta da Filomena De Tommaso, sorella di Genny la carogna, l’ex capo ultrà del Napoli oggi collaboratore di giustizia, la quale ha trovato la sua auto distrutta. I responsabili sono stati ripresi dalle telecamere, si tratta di 3 uomini armati di pistola e un altro con una mazza da baseball avvolta in un asciugamano, che si guardano attorno prima di colpire il vetro anteriore dell’auto parcheggiata in via Forcella

«In più occasioni – ha dichiarato Filomena De Gennaro a Il Mattino – abbiamo detto che ci dissociamo da quello che sta raccontando Genny e non capiamo in motivo di quest’azione contro di me e la mia famiglia». A metà giugno è previsto il debutto di Gennaro De Tommaso in un’aula di giustizia, nel corso di un processo a carico di presunti narcos di Forcella, mentre è prossimo a scadere il tempo assegnato a chi decide di collaborare con le istituzioni per raccontare quanto in proprio possesso agli inquirenti. Condannato a 18 anni di carcere, De Tommaso ha deciso mesi fa di collaborare con la giustizia. I parenti di De Tommaso hanno deciso di rinunciare al piano di protezione previsto dallo Stato e di rimanere a Forcella