11.2 C
Napoli
domenica, Febbraio 25, 2024
PUBBLICITÀ

Corrieri della droga a Poggioreale, arrestate 3 donne che rifornivano i familiari: sequestrato un chilo di hashish

PUBBLICITÀ

Lavoro straordinario per gli agenti della Polizia Penitenziaria di Poggioreale che nell’ultima settimana hanno messo a segno tre brillanti operazioni che hanno permesso di sequestrare circa 800 grammi di hashish e svariati telefoni cellulari. Tra le tre operazioni dei baschi blu c’è un unico comune denominatore: il ruolo di corriere “recitato” dalle donne. Sempre più spesso, per destare meno sospetti, sono proprio mogli, compagne e sorelle a farsi da tramite per introdurre droga all’interno delle mura del Penitenziario napoletano.

La settimana di sequestri record del Nucleo Investigativo è iniziata venerdì scorso quando i cani antidroga in ausilio al corpo della Polizia Penitenziaria hanno fiutato la sostanza stupefacente “trasportata” da R.L.M., una 42enne di San Giuseppe Vesuviano in visita al figlio detenuto. La donna è stata trovata in possesso di circa 300 grammi di hashish. Per lei è stato disposto l’obbligo di presentazione alla P.g.

PUBBLICITÀ

Ulteriori 300 grammi di hashish sono stati trovati, ieri mattina, nel corso dell’ispezione dei pacchi destinati ai detenuti. Dopo un veloce riscontro, gli agenti hanno individuato R.D.C, 33enne convivente dell’uomo a cui era destinato l’involucro. La donna, residente a Torre Annunziata è stata arrestata e ristretta ai domiciliari in attesa di convalida.

Stesso provvedimento per J.C., 21enne di Scisciano in visita al fratello. Dopo un’attenta osservazione, gli operanti del Nucleo Investigativo della Polizia Penitenziaria di Poggioreale, questa mattina, hanno sorpreso la donna mentre “passava” la sostanza stupefacente al fratello detenuto. In seguito a perquisizione sono stati rinvenuti circa 200 grammi di hashish. La giovane è stata arrestata e ristretta agli arresti domiciliari in attesa di convalida.

Non solo droga ma anche telefoni cellulari. In seguito ad una mirata perquisizione, i baschi blu hanno rinvenuto numerosi telefoni cellulari nelle disponibilità dei detenuti. Si tratta di un fenomeno in crescita che solo il lavoro incessante della Polizia Penitenziaria riesce ad arginare con controlli sempre più frequenti e mirati.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Volano le coltellate nel carcere di Avellino, un detenuto è grave

E' scoppia una rissa a coltellate tra detenuti nel carcere di Bellizzi Irpino. A darne notizia la Segreteria UILPA...

Nella stessa categoria