Morte del carabiniere, la polizia americana si schiera con l’Italia e con Mario: «Era tornato dal viaggio di nozze»

È stato ucciso da due americani mentre era in servizio. Mario Cerciello Rega, il vicebrigadiere dei carabinieri di Somma Vesuviana che ha perso la vita a Roma, ha sconvolto anche alcuni dei suoi colleghi molto lontani, in America. La polizia della California, infatti, ha deciso di rendergli omaggio con un post su Facebook. «Cari colleghi, grazie tanto per aver reso onore a Mario con il vostro tributo. Lo abbiamo apprezzato», hanno risposto alcuni dei membri dell’Arma.

Il post della polizia USA per Mario

«L’altra settimana il vice brigadiere Mario Cerciello Rega è stato ucciso da due teenager americani. Era appena tornato dal viaggio di nozze. Le nostre più profonde condoglianze vanno alla famiglia, agli amici e ai nostri colleghi in Italia». Sono queste le parole che i colleghi americani del vicebrigadiere dei carabinieri hanno usato per rendergli omaggio sui social.

Morto nella notte tra il 25 e il 26 luglio, Mario Cerciello Rega è stato ucciso con undici coltellate. Per la sua morte sono stati arrestati due americani ​Finnegan Lee Elder e Christian Gabriel Natale Hjorth.