Raccolta fondi per i figli di Emanuele Melillo
Raccolta fondi per i figli di Emanuele Melillo

Una raccolta fondi per la famiglia di Emanuele Melillo, l’autista morto alla guida del minibus a Capri. A lanciarla su GoFoundMe è stato Fabrizio Leva, guida turistica che tutti i giorni prendeva il traghetto da Napoli con Emanuele.

“Non conoscevo bene Emanuele ma ogni giorno prendevamo lo stesso aliscafo da Napoli per Capri e scambiavamo qualche chiacchiera prima di iniziare il lavoro. Non riesco a credere che domani sul solito aliscafo non scherzeremo più insieme aspettando di sbarcare al porto per l’ennesima giornata di lavoro”, scrive Fabrizio nella descrizione che accompagna la raccolta fondi per la famiglia di Emanuele Melillo.

“Emanuele – continua Fabrizio – aveva 33 anni, proprio come me e so che aveva già dei figli ed un altro in arrivo. Il gruppo di guide che partivano da Napoli ha voluto questa raccolta per portare avanti il suo sorriso. Adesso vorremmo sostenere economicamente con un aiuto la sua famiglia. Aiutatemi a diffondere questa raccolta fondi e se questa triste vicenda vi ha colpito donate qualcosa”.

Raccolta fondi per i figli di Emanuele Melillo, CLICCA QUI per donare.

Emanuele Melillo aspettava il secondo figlio

Emanuele Melillo era sposato e la moglie da poco aveva annunciato di aspettare un bimbo. Il 33enne era già papà di una bimba avuta da una precedente relazione. Tantissimi i messaggi di cordoglio lasciati sui social. Grandissimo tifoso del Napoli, abitava al Rione Sanità. Era ausiliario della Croce Rossa Italiana e, precisamente, era iscritto nei ruoli dei sottufficiali dal 2011.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.