31.7 C
Napoli
mercoledì, Luglio 24, 2024
PUBBLICITÀ

San Rocco, 10 suicidi dal ponte maledetto a Napoli: “Fermate la strage di vite”

PUBBLICITÀ

L’ennesimo tentativo di suicidio avvenuto ieri dal ponte di via San Rocco a Napoli riaccende l’allarme sicurezza in zona. Il quartiere Frullone sotto shock dopo che ieri mattina una giovane poco più che diciottenne si è lanciata nel vuoto dal ponte situato nella parte vecchia della nota arteria. Per fortuna la ragazza non è deceduta nell’impatto, questa nuova tragedia sfiorata riapre una ferita mai del tutto rimarginata.
Il Vallone è infatti negli anni divenuto tristemente noto per essere diventato un luogo di morte volontaria. Uomini e donne al limite della disperazione che si recano proprio qui per mettere fine alla propria vita. E i numeri sono impressionanti.

Ponte di San Rocco, negli ultimi anni almeno 10 suicidi 

Quello di ieri è il decimo episodio documentato di suicidio dai ponti di San Rocco a Napoli. In zona ce ne sono infatti due: oltre al ponte scenario del tentato suicidio di ieri, nella parte ‘nuova’ della medesima strada sorge il ben più noto ponte da cui si sono gettate negli anni decine di persone.

PUBBLICITÀ

Dal 2019 ad oggi, alla ribalta della cronaca sono arrivati almeno dieci casi. Il 6 gennaio di tre anni fa quella che fu rinominata la tragedia dell’Epifania. Un uomo morì lanciandosi dal ponte: vani i soccorsi, la vittima morì sul colpo. Dopo solo qualche mese un 50enne di Marianella tentò l’estremo gesto buttandosi giù, ma per fortuna fu recuperato ancora in vita. Il 2020, l’anno dell’arrivo della pandemia, dal ponte di San Rocco hanno perso la vita una giovane donna e un uomo di 71 anni. Deceduti rispettivamente a maggio e a ottobre. Almeno altre due le persone che tentarono di uccidersi, ma le cui intenzioni furono stroncate dai commercianti della zona. Oramai abituati a osservare il comportamento di chi si aggira lungo quella maledetta strada, e pronti a intervenire in caso di emergenza.

Ancora morti nel 2021: nel mese di settembre a perdere la vita dopo un volo di 15 metri è stata una ragazza poco più che ventenne. Dopo aver parcheggiato lo scooter, la giovane, una studentessa universitaria, si è gettata dal ponte. Nonostante i rapidi soccorsi, tra lo sgomento generale, il corpo della giovane è stato ritrovato ormai cadavere. Dopo appena due settimane dal dramma, ancora un altro suicidio.
L’inasprirsi dell’emergenza ha spinto allora il Comune di Napoli ad installare della barriere ‘antisuicidio’ dinanzi ai muretti troppo bassi e pericolosi da cui era davvero semplicissimo gettarsi in un momento di follia.

Frullone, quartiere sotto choc: “Fermate questa strage”

Purtroppo, come testimonia l’episodio avvenuto ieri dal ponte vecchio di via San Rocco a Napoli, la disperazione porta alla scoperta di modi alternativi per porre fine alle proprie sofferenze. E ora gli abitanti del quartiere Frullone chiedono al Palazzo San Giacomo di mettere in sicurezza anche quel ponte fino a ieri dimenticato.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Controlli a Casandrino, sequestrati 700 quintali tra alimentari e carcasse di animali

Nella mattinata di ieri, gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore, con il supporto di personale del Reparto Prevenzione Crimine...

Nella stessa categoria

PUBBLICITÀ