Sono 3 i rom positivi tra Scampia e Secondigliano: “Non uscite da campi”

Sono 3 i rom positivi tra Scampia e Secondigliano:
Sono 3 i rom positivi tra Scampia e Secondigliano: "Non uscite da campi"

Una ragazza di 17enne anni incinta positiva al covid19 insieme con due componenti della stessa famiglia. E’ il quadro della situazione nel campo rom di Scampia, area periferica a nord di Napoli, reso noto oggi da Il Mattino.
Secondo quanto apprende l’ANSA dall’Asl Napoli 1, ieri sono stati sottoposti a tampone 11 persone del nucleo familiare della 17enne che abitano tutti nella stessa una casa. Due sono risultati positivi. La 17enne positiva proviene da un nucleo di Cupa Perillo a Scampia ed è convivente con un giovane di Circumvallazione Esterna.

Covid: positivi donna incinta e 2 parenti campo rom Scampia

L’Asl ha, quindi, acquisito informazioni dai due contagiati e ricostruito così la catena delle relazioni. Stamattina ha sottoposto a tampone altre 9 persone non imparentate con la ragazza, sposata con un coetaneo, che vivono nello stesso campo rom.
I risultati sono attesi per oggi: al momento la situazione è sotto controllo. Il campo rom è sotto sorveglianza da parte dell’Asl. Agli abitanti è stato chiesto di non uscire. I servizi sociali sono stati incaricati di rifornire generi alimentari e medicinali agli abitanti.

Gli accertamenti sui campi

La ragazza di 17 anni incinta positiva al tampone risiede, infatti, in un’altra area, cioè al campo nomadi della Circumvallazione Esterna tra Secondigliano ed Arzano. La precisazione arriva dall’ufficio socio- sanitario del distretto 28 dell’Asl Napoli 1 Centro e da Suor Eduarda Piro’ del centro il Giardino dei mille colori facente parte dell’associazione Celus, con sede in via Suor Maria delle Suore della provvidenza 3.

Caso di Covid sulla Circumvallazione tra Secondigliano ed Arzano

Proprio Suor Eduarda, afferma ad InterNapoli.it: “La collaborazione con il distretto sanitario 28 è costante e proprio ieri siamo stati sino alle 20 al campo rom di Scampia per effettuare i controlli alla popolazione”. Poi, Suor Eduarda smentisce quanto apparso sui media in queste ore. “, Non c’è stato – afferma- nessun caso di positività da Covid a Cupa Perillo. La ragazza menzionata negli articoli di giornale risiede in un altro campo rom appartenente ad un altro territorio,” appunto sulla Circumvallazione Esterna a cavallo tra il quartiere di Secondigliano e la cittadina di Arzano.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.