Il vaccino anti Covid Astrazeneca si può usare per tutte le fasce d’età. Quindi anche per chi ha più di 65 anni. «Ci sono nuove evidenze che dimostrano che anche il vaccino di AstraZeneca può essere usato su tutte le fasce generazionali. Quindi noi abbiamo ricevuto un parere che va in questa direzione dal Css e già da domani o dopodomani ci sarà una circolare del ministero della Salute che andrà in questa direzione» per il vaccino AstraZeneca agli over-65. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Mezz’ora in più condotto da Lucia Annunziata su Rai3.

L’uso del vaccino Astrazeneca per gli over 65

«Noi dobbiamo vaccinare in primis le persone più fragili e deboli. In Italia siamo partiti dalle persone di più di 80 anni perché nei decessi di questo anno orribile per Covid, 6 su 10 avevano più di 80 anni», ha spiegato. «Prima avevamo 3 vaccini, di cui solo 2 (Pfizer e Moderna ndr) – ha aggiunto – utilizzabili per tutte le generazioni e Astrazeneca per la popolazione sotto i 65. Senza più limitazioni di età per Astrazeneca copriremo più facilmente le fasce d’età», ha aggiunto. Il ministro della Salute ha anche aperto alla possibilità di autorizzare il vaccino russo Sputnik: «Sono aperto al vaccino russo Sputnik purchè le verifiche ed i controlli delle agenzie preposte abbiano buon fine; quando avverrà questo per il vaccino russo noi siamo pronti a collaborare con le autorità russe per rafforzare la produzione».  L’obiettivo, ha detto Speranza, «è vaccinare il più possibile, non hanno senso barriere di natura nazionalistica».

Cosa dice la circolare

Al momento il preparato farmacologico contro il coronavirus sviluppato da Astrazeneca era autorizzato solo per la somministrazione a persone dai 18 ai 65 anni.  Con la Circolare 22 febbraio 2021, il ministero della Salute ha dato la possibilità di «offrire il vaccino fino ai 65 anni (classe 1956) compresi i soggetti con condizioni che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di COVID-19» ma «ad eccezione dei soggetti estremamente vulnerabili». Le evidenze scientifiche che hanno supportato quella circolare del 22 febbraio riportavano dati di immunogenicità anche in soggetti di età superiore ai 55 anni e stime di efficacia del vaccino superiori a quelle precedentemente riportate. Questo perché inizialmente il siero Astrazeneca era raccomandato solo alle persone con meno di 55 anni. Gli studi, però, stanno aggiornando questi orientamenti preliminari.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

 

Pubblicità