Panico ad Agnano
Panico ad Agnano, allagate diverse palazzine con acqua fino al primo piano.

Ad Agnano diverse palazzine allagate, con acqua arrivata fino ai primi piani delle abitazioni. Un guasto alle fognature, insieme alle forti piogge, hanno fatto alzare il livello dell’acqua addirittura sopra i due metri e mezzo.

Il racconto dell’allagamento ad Agnano

È successo ieri sera ad Agnano, nei pressi dell’uscita della tangenziale, al parco Leila. Il plesso, situato in via Raffaele Ruggiero e composto da diversi edifici, a causa di un guasto dell’impianto di tubazione delle fognature mai riparato – insieme ai violenti temporali degli ultimi giorni – si è allagato. L’acqua mista a liquami si è sparsa ed ha cominciato ad accumularsi inverosimilmente. Nel giro di poco il livello è salito a dismisura, rendendo difficile e pericoloso l’ingresso e l’uscita dai palazzi.

Le difficoltà dovute all’allagamento

La situazione ha continuato a peggiorare ed è diventata insostenibile quando l’acqua ha raggiunto i primi piani. Molte persone sono rimaste letteralmente intrappolate in casa per ore e altrettante non sono più riuscite ad entrare. Per diversi abitanti è stato possibile rientrare in casa solo il giorno dopo, una volta che l’acqua era defluita.

La testimonianza di chi l’ha vissuto in prima persona

A raccontare la vicenda ad InterNapoli è Ida, giovane inquilina di una delle palazzine coinvolte. “Abbiamo perso tutto quello che avevamo nel cortile: auto, motociclette. Avevamo appena acquistato un’auto nuova che è andata completamente sommersa. Non sappiamo in che condizioni troveremo quello che abbiamo nei garage“.

Ieri sera Ida, tornata da lavoro, non ha potuto mettere piede in casa perchè l’acqua aveva raggiunto quasi il primo piano del palazzo in cui vive. “Io e il mio fidanzato siamo stati costretti a dormire fuori casa, ci hanno dovuto ospitare“, racconta. “Sentivamo la signora anziana del primo piano chiedere aiuto, ma non sapevamo cosa fare“.

La causa degli allagamenti

Ida spiega che il problema dell’allagamento è una situazione ricorrente: il guasto, infatti, va avanti da diverso tempo – da ancora prima che lei si trasferisse a vivere nel parco – e non sono mai stati presi provvedimenti per risolverlo. “La situazione è insostenibile“, conclude.

Altri disagi ad Agnano

In contemporanea, poco distante da lì, un importante crollo dovuto alle forti piogge coinvolgeva parte del muro di cinta dell’Ippodromo di Agnano.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.