Chiede a 2 ragazzi di mettere la mascherina, anziana presa a schiaffi sul bus a Napoli

Aggressione sul bus a Napoli [Foto d'archivio]
Aggressione sul bus a Napoli [Foto d'archivio]

È stata una scena vergognosa quella accaduta a Napoli, sul bus 151 dell’Anm. Una donna era a bordo del mezzo di trasporto, quando ha chiesto a due ragazzi di indossare la mascherina come imposto dalle linee guida e dalle ordinanze anti contagio. I giovani però non hanno preso bene il ‘richiamo’, al punto che sono passati alle violenza fisica nei confronti della donna.

Anziana aggredita sul bus, la dinamica dell’aggressione

Il caos si è scatenato quando l’autobus ha sostato in una delle fermate previste per far scendere e salire i passeggeri. Proprio in quel momento i ragazzi avrebbero provato, sotto gli occhi increduli delle persone che assistevano alla scena, a gettare l’anziana dall’autobus. A raccontare i fatti è ladomenicasettimanale.com. Non riuscendoci, le hanno mollato due schiaffi al volto facendola cadere e poi scappare. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine ed un’ambulanza del 118. Per fortuna la donna non ha riportato gravi ferite ed è tornata a casa dopo essere stata medicata.

Le altre notizie | Costretti a scendere perché senza mascherina, 2 ragazzi sfondano il vetro del bus a Casalnuovo [Articolo del 24 luglio 2020]

Sale a bordo di un bus dell’Anm senza mascherina, viene invitato a scendere ma prima di andarsene manda in frantumi uno dei vetri del mezzo pubblico con un calcio: è successo a Casalnuovo di Napoli, su uno degli autobus in servizio sulla linea 604 in partenza, alle 13,20, dal Cardarelli. “Ancora un’altra vettura fuori servizio – dice Adolfo Vallini, sindacalista dell’Usb – quando la situazione è ormai allo stremo”. Il mezzo è infatti dovuto tornare a deposito per la riparazione dopo il raid a Casalnuovo. Vallini chiede anche maggiore presenza delle forze dell’ordine sui mezzi pubblici, proprio per evitare episodi come quello accaduto oggi: “Il conducente – ricorda Vallini – è tenuto a segnalare il mancato rispetto delle norme adottate per contrastare la diffusione del coronavirus ma può solo limitarsi a far scendere il passeggero reticente oppure, qualora voglia rimanere per forza a bordo, a chiamare le forze di polizia”. (ANSA).

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.