carcere

Si è suicidato nella notte in carcere a Vasto Sabatino Trotta, lo psichiatra arrestato ieri a Pescara per corruzione. La procura di Vasto ha aperto un fascicolo sullIl dottor Sabatino Trotta era stato arrestato ieri mattina dalla Guardia di Finanza su mandato della Procura di Pescara assieme a due responsabili di una cooperativa.

Trotta si è impiccato in cella nella notte.
Le indagini riguardano una gara d’appalto per l’affidamento della gestione di residenze psichiatriche extra ospedaliere, del valore complessivo di 11 milioni. Trotta era il dirigente del Dipartimento di Salute Mentale della Asl: alle scorse regionali si era candidato senza risultare eletto ‘accaduto.

 

Appalti Asl Pescara: Uil, nel carcere di Vasto di notte 5 agenti per 135 reclusi

Sul suicidio del dottor Sabatino Trotta, Dirigente del Dipartimento di Salute Mentale dell’AUSL di Pescara Sabatino Trotta, arrestato ieri mattina, e impiccatosi intorno a mezzanotte nel carcere di Vasto nella tarda serata di ieri, ha parlato Gennarino De Fazio. Il segretario nazionale della Uil Pa Polizia Penitenziaria ha sostenuto come “quello che è accaduto doveva e poteva essere evitato. Purtroppo sono eventi tragici che accadono per una serie di concause.

Proprio oggi il Consiglio d’Europa con un report certifica che il nostro carcere sono le più sovraffollate d’Europa e a questo fa da contraltare una penuria e inadeguatezza di personale della polizia penitenziaria. Fermo restando che parliamo in questo caso di un gesto estremo come quello del suicidio. A volte può presupporre non una debolezza ma una grande forza che si determina in chi vuol metterlo in atto, e se c’è una volontà non è semplice impedirlo”. Sulla opportunità di sorvegliare il dottor Trotta in carcere, De Fazio aggiunge: “Poteva essere sorvegliato. Non c’era a che risulta una disposizione che disponesse una sorveglianza particolare e straordinaria ma mediamente nel carcere di Vasto a fronte di 135 reclusi, la notte mediamente prestano servizio a quell’ora 5 unità di polizia penitenziaria per cui vorrei che qualcuno spiegasse come si può sorvegliare contemporanea tutto questi detenuti con soli 5 unità di polizia penitenziaria”.

I dati del carcere di Vasto vedono la presenza di 91 internati, 19 detenuti e 25 detenuti ristretti presso sezione Covid.
Personale: 70 attualmente operativi su 99 previsti; Entro ottobre altri 10 del ruolo agenti e assistenti andranno in pensione: Di notte solo 5 agenti sono di servizio. I reclusi presenti in totale sono 135. Il dottor Sabatino Trotta si è suicidato nella Sezione circondariale ove insistono 9 camere di pernottamento. Era solo in cella per il rispetto delle norme covid.

 

 

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.