Stuprata a 9 anni, torturata e uccisa: in manette la matrigna e il figlio 14enne

Orrore in India, in un villaggio del Kashmir, dove una donna è stata arrestata con un’accusa terribile: la polizia la accusa infatti di aver organizzato lo stupro, le torture e l’omicidio di una bambina di 9 annidi cui era matrigna, figlia di suo marito e di un’altra donna. Oltre alla donna, sono stati arrestati 4 ragazzi minorenni.

Mir Imtiyaz Hussain, commissario di polizia del distretto di Baramulla, intervistato dalla rete televisiva ND Tv, ha detto che la donna arrestata avrebbe ordinato personalmente ai quattro ragazzini di immobilizzare e violentare la bimba davanti ai suoi occhi: i ragazzini sarebbero il figlio 14enne e altri tre coetanei suoi complici.

 

La bimba mancava da casa da una decina di giorni. Quando è stata ritrovata in un campo era morta, il corpo orribilmente seviziato e semibruciato con l’acido. La bambina, figlia di una precedente moglie, aveva fatto ingelosire la matrigna, perché il padre la considerava la perla dei suoi occhi. I sospetti sono caduti sulla matrigna, dopo che la Polizia ha sentito le testimonianze dei vicini di casa.