Antonio, Abbinante Antonio Esposito e Salvatore Monriale
Antonio Abbinante, Antonio Esposito e Salvatore Monriale

Un blitz in piena regola. Quello effettuato ieri notte dagli uomini della squadra mobile che hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare su disposizione della Dda nei confronti di boss e ras del gruppo Abbinante, storicamente radicato nel rione Monterosa. Da ieri mattina sono finiti in carcere il ras Antonio Abbinante (62enne già agli arresti domiciliari e scarcerato due mesi fa), il nipote Raffaele Abbinante, Antonio Esposito (figlio dello storico ras del clan Giovanni Esposito ‘o muort) e suo cognato Salvatore Monriale. L’unico irreperibile è Paolo Ciprio.

Sono accusati di associazione a delinquere di stampo camorristico e omicidio. Antonio Abbinante, 61 anni, considerato il reggente del clan omonimo dopo l’arresto del fratello Raffaele, detto ‘Papele’, era stato arrestato nel novembre del 2019 a Mugnano per aver violato la libertà vigilata dopo la fine della sua condanna del 2018. Da tempo gli inquirenti osservavano una ‘ripresa’ a tutto campo del gruppo uscito sconfitto dalla terza faida di Scampia quando erano alleati con gli Abete dei Sette Palazzi contro la Vanella Grassi.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.