Quantcast
9.7 C
Napoli
mercoledì, Febbraio 1, 2023
Pubblicità

Bruscolotti vittima degli usurai, il pentito: “Tasso benevolo, è stato capitano del Napoli”

Pubblicità

La pandemia covid e le conseguenti chiusure delle attività commerciali hanno profondamento colpito il tessuto socio-economico della città di Napoli, infatti, molti imprenditori, già in difficoltà, hanno dovuto fare una scelta: chiudere le attività, ricorrere ai prestiti, restare aperti contando sui bonus covid.

Tra le migliaia di casi c’è quello di Peppe Bruscolotti che, purtroppo, è caduto nella rete degli usurai del clan di Fuorigrotta. Dunque dall’inchiesta del Tribunale di Napoli emergono i nomi di Francesco e Gennaro Volpe, appartenenti all’omonimo clan di Fuorigrotta.

Pubblicità

I PRESTITI DEL CLAN

I figli del boss Antonio si fecero consegnare dall’ex azzurro 65mila euro. Le rate iniziali si aggirarono tra i 2400-2600 euro poi furono portate a 1000 euro mensili a salire, comprensive di interessi. Dunque se si tiene conto dei pagamenti effettuati e quelli da effettuare, il tasso di interesse annuale superò il 40% annuale

Nelle diverse conversazioni intercettate emersero le grandi difficoltà vissute da Bruscolotti nel pagare le rate del debito concordate con Antonio Volpe, boss ucciso nel marzo del 2021 al quale, tramite i figli Gennaro e Francesco, chiese di rinviare la scadenza. “Quando si è entra in questo vortice è impossibile uscirne“, rispose l’ex capitano azzurro ai magistrati.

IL DEBITO DI BRUSCOLOTTI RACCONTATO DAL PENTITO

Per le indagini sono stati importati le parole dal collaboratore di giustizia, Enzo Carra, che ha fatto riferimento ad un episodio specifico in un verbale del novembre del 2019:  “Ricordo che una volta vidi Peppe Bruscolotti, l’ex calciatore capitano del Napoli, nel basso di Antonio Volpe. Dinanzi a me Bruscolotti consegnò una busta a Volpe. Quando Bruscolotti andò via, Volpe aprì la busta e iniziò a contare del denaro. La somma era di 5000 euro. Chiesi spiegazioni a Volpe e questi mi disse che aveva prestato euro 140mila a Bruscolotti e questi restituiva euro 5000 al mese. Mi disse che Bruscolotti pagava il 20% di interessi. Non so se questi interessi dovevano essere computati sulla somma totale all’anno o al mese. Volpe mi disse anche che il prestito era servito al Bruscolotti per aprire un’agenzia di scommesse  a Fuorigrotta. Commentai con Volpe che il tasso di interesse praticato era benevolo, ed Volpe mi rispose che lo aveva fatto perché si trattava del capitano del Napoli“.

L’INTERCETTAZIONE: “NON E’ RIUSCITO AD APPARARE”

Il 9 marzo del 2020 Francesco Volpe telefonò al fratello Gennaro al quale chiese di riferire al padre Antonio che Bruscolotti sarebbe passato il giorno dopo per consegnare 900 euro anziché quella dovuta di 1000 euro.

Francesco Volpe: Senti diglielo a papà domani mattina viene Bruscolotti
Gennaro Volpe: Ah!
F. V. : Però invece ci porta Novecento che non è riuscito ad apparare! Poi quando è il mese che entra ci da tutto coso! Capito ? Diglielo sarebbe meglio .
G. V: Va buono? (Gennaro si rivolge a Antonio Volpe che si trovava vicino a lui) Ha detto Ciccio, ha detto: “domani.. domani viene Bruscolotti. Domani mattina viene Bruscolotti, domani mattina viene Bruscolotti ed ha detto che però è riuscito ad apparare 900 euro.
F. V: Ehhh ! Poi quando è il mese che entra, ci mette quell’altra cento!
G. V: Ha detto: “Poi quando è il mese che entra, ci mette quell’altra cento !” (Gennaro Volpe riporta quanto detto da Francesco a Antonio Volpe). Va bene, va bene!”

Bruscolotti vittima dell’usura della camorra: “Lasciato solo dalle banche ma ho sbagliato”

Pubblicità

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Caracciolo
Alessandro Caracciolo
Redattore del giornale online Internapoli.it. Iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti dal 2013.
Pubblicità

Ultime Notizie

Clan De Micco al capolinea, la Cassazione conferma le condanne per i ‘Bodo’

Non si salva nessuno. O quasi. La Corte di Cassazione (V sezione penale) ha confermato le condanne rimediate in...

Nella stessa categoria