Vergogna in provincia di Napoli, cane ucciso a sprangate perché ha fatto la pipì

cane

Violenza senza fine a Cicciano, vicino Nola, dove un cane è stato massacrato con una spranga di ferro. A colpire l’animale, morto poi per le ferite riportate, un uomo della zona che ha picchiato la cagnetta per avere fatto un bisognino. A denunciare il triste e vergognoso episodio un utente Facebook, nel gruppo della città:

Il Post

L’utente ha cosi scritto il post: “Cicciano, notizia di merda perché solo così posso definirla…

Un uomo che abita nei pressi della chiesa di Sant’Antonio Abate (protettore degli animali) ha picchiato un cane con una pala di ferro. Per aver fatto un piccolo bisognino (pipì).

Il cane è stato picchiato senza pietà fino al sanguinamento. La cagnetta apparteneva ad una persona con grandi difficoltà economiche. Con problemi di salute che non gli permettevano di seguirla ed accudirla al meglio.

onde evitare tali episodi.  Ma vi assicuro che era una cagnolina buona. Non abbaiava non dava fastidio.

E ve lo dico io che ho paura dei cani. Ci passavo ogni giorno davanti ed era una cucciola. La piccola Stella è tornata a casa che non riusciva a camminare si lamentava e dopo due giorni si è spenta.

Ora voglio dirti due care parole che sento dal cuore Ti auguro …di morire lentamente di dolore atroce e nessun medicinale deve ne aiutarti e ne salvarti. Purtroppo io non ho assistito personalmente alle torture, tutto ciò mi è stato riferito dal proprietario che non ha un profilo social ed altrimenti non avrebbe avuto voce! Non mi ha indicato il soggetto perché a lui è stato raccontato da terzi, che io non conosco. Mi sono attivata già, ma non basta, infatti il mio post è finalizzato a smuovere le coscienze di chi ha assistito e può denunciare. Perché, non so’ voi, temo queste persone che stanno in giro. La prossima vittima chi sarà non oso immaginare.