Doppi sensi per pubblicizzare una braceria, ad Aversa monta la polemica: “Manifesti sessisti”

Ha colpito, e non poco, l’opinione pubblica il cartellone pubblicitario apparso in questi giorni per le strade di Aversa, in provincia di Caserta, dove una braceria ha pensato di pubblicizzare la sua nuova offerta giocando su effetti visivi e doppi sensi. L’accusa di sessismo è arrivata per una frase a caratteri cubitali “Te la diamo gratis la patata” accompagnata da una “postilla” in minuscolo “Acquistando due polli”, il tutto accanto ad una donna procace che non può che attirare lo sguardo.

Doppi sensi e giochi di parole che non sono piaciuti a diversi residenti di Aversa e lettori che ci hanno segnalato il cartellone, ma i titolari respingono qualsiasi accusa.

L'immagine può contenere: 1 persona

Sull’accaduto è intervenuta anche la consigliera Pd Elena Caterino che ha affermato: «È inopportuno utilizzare una pubblicità sessista come richiamo per vendere un prodotto. Certe allusioni sulla donna condizionano la visione culturale nei suoi confronti».