Doppio ergastolo per Michele Olimpio e Francesco Napolitano
Doppio ergastolo per Michele Olimpio e Francesco Napolitano

Doppio ergastolo per Michele Olimpio e Francesco Napolitano: una vera e propria mazzata quella emessa dalla Corte d’Assise di Napoli (pres. Cristiano) nei confronti di due ras del clan Mallardo di Giugliano. Entrambi erano a processo per l’omicidio di Mario Di Lorenzo, avvenuto nel lontano ’96.

Per Olimpio (difeso dagli avvocati Giuliano Russo e Celestino Gentile) e Napolitano (difeso dagli avvocati Antonio Giuliano Russo e Paolo Trofino) applicata la massima pena.

Ad incastrarli è stato il pentito Caracallo, defunto qualche mese fa.  Caracallo si presentò alla Caserma dei Carabinieri di Giugliano chiedendo protezione, autoaccusandosi di estorsioni e omicidi commessi dall’inizio degli anni ’90. Tra questi c’era anche quello di Di Lorenzo.

Le sue dichiarazioni hanno inguaiato i “pezzi grossi” che avrebbero guidato e continuato a guidare, in caso di scarcerazione, la cosca dei Carlantonio: Michele Olimpio alias ‘o bumbularo e Francesco Napolitano furono accusati del “cold case” dell’omicidio di Mario Di Lorenzo nel ’96.

Il pentito è stato dichiarato morto lo scorso 23 giugno, attraverso una nota del Servizio Centrale di Protezione che richiedeva la messa in protezione della figlioletta.

Napolitano fu contestato di essere stato, quale reggente pro tempore del clan, il mandante dell’omicidio, deciso a seguito delle reiterate violazioni alle “regole” dell’organizzazione camorristica di cui lo stesso Di Lorenzo faceva parte; mentre ad Michele Olimpio venne contestato di essere stato l’esecutore materiale dell’azione delittuosa in concorso con Filippo Caracallo.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.