Coronavirus, morto il ‘paziente 2’ della Campania

Un uomo di 69 anni di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), positivo al Coronavirus già da qualche settimana, è morto all’ospedale Cotugno di Napoli, dove era ricoverato in terapia intensiva. È la quindicesima persona deceduta nel Casertano a causa del Covid-19, la quarta a Santa Maria Capua Vetere, città che sta pagando un alto dazio in termini di decessi e contagiati (22 in tutto).

Il Comune, in una nota pubblicata sulla pagina Facebook, si unisce «al dolore della famiglia, dei parenti e dei numerosissimi amici». Il 69enne era il «paziente 2», la seconda persona contagiata a Santa Maria Capua Vetere. «Al nostro concittadino – ricorda la nota dell’amministrazione guidata da Antonio Mirra – abbiamo ininterrottamente trasmesso il calore di tutta la città. In questo momento non troviamo altre parole». Sono saliti intanto a 165 i casi di positività nel Casertano. Nuovi casi sono emersi a San Marco Evangelista (una donna), Casapulla (sono due familiari di una 56enne risultata positiva) e San Prisco, con due casi (sette con un decesso i casi in totale nel piccolo comune casertano)