Fucile e pistola in casa, arrestato giovane vicino al ras della Vanella Grassi

Un arresto che viene da lontano. Da mesi di pedinamenti, osservazione, controllo del territorio contro affari della Vanella Grassi E’ quello realizzato dagli uomini della squadra investigativa del commissariato di Secondigliano (guidato dal vice questore aggiunto Raffaele Esposito) al rione della Bussola. Rione posto al confine tra i quartieri di San Pietro a Patierno e Poggioreale. Gli agenti hanno effettuato un controllo in via Fratelli Wright presso l’abitazione di un giovane in cui hanno rinvenuto, occultati in un armadio, un fucile con matricola abrasa, una pistola mitragliatrice completa di caricatore e 105 cartucce di diverso calibro. Raffaele Buonocore, napoletano di 18 anni, è stato così arrestato per detenzione illegale di armi clandestine e munizionamento e ricettazione.

La vicinanza al ras Maione della Vanella Grassi

Buonocore è indicato come particolarmente vicino a Vincenzo Maione, il giovane ras del Perrone considerato un emergente della Vanella Grassi per la zona del Perrone. Maione, insieme ad altri due giovani, proprio due giorni fa ha ricevuto una denuncia per possesso di armi atte ad offendere. Molto probabile che tali oggetti servissero per qualche spedizione punitiva o per qualche altra azione al di fuori degli schemi di legge. Vincenzo Maione indicato da diversi collaboratori di giustizia come uno dei ras emergenti dell’area nord: giovane ma anche determinato a fare il grande salto nella malavita dell’area nord. In alcune intercettazioni del gruppo di ‘Abbasc Miano’ si parla anche di lui. Proprio il ruolo di Maione ha spinto gli agenti a stringere il cerchio sulla rete delle persone indicate come a lui vicine giungendo al sequestro e all’arresto di ieri pomeriggio.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK