Gioielli, vacanze, auto e soldi: scoperta la bella vita di un milionario evasore

Foto di repertorio

Aveva “un elevato tenore di vita con macchine di grossa cilindrata, cene nei ristoranti più prestigiosi di Milano, acquisti di gioielli e orologi, viaggi esclusivi, disponibilità di ingenti somme di denaro contante e di appartamenti in centro a Milano e nelle località sciistiche e balneari più prestigiose d’Italia”, mentre “risultava non possedere nulla all’infuori del suo reddito”. Così la Gdf di Pavia descrive l’imprenditore della logistica Giancarlo Bolondi, della società Premium Net, a cui le stesse Fiamme Gialle hanno sequestrato 120 immobili e “liquidità per circa 17 milioni di euro”.

 

Gli investigatori hanno ricostruito, si legge in una nota, “la sua storia criminale partendo dai primi anni ’90 quando l’imprenditore cominciava a collezionare i primi precedenti penali per reati contro la pubblica amministrazione, il patrimonio e per evasione fiscale, evidenziando così una raffinata e ostinata capacità delinquenziale”. (ANSA)