Giulia Maccaroni
Giulia Maccaroni

Il fuoco l’avrebbe sorpresa mentre dormiva dopo una notte di lavoro, asfissiandola. Sarebbe morta così Giulia Maccaroni, la skipper 29enne di San Vito Romano. La giovane, nella notte tra domenica e lunedì, si trovava all’interno dell’imbarcazione ormeggiata nel porto di Castellammare di Stabia quando un incendio sarebbe divampato improvvisamente. Giulia Maccaroni, riporta Il Messaggero, dopo cena aveva deciso di rientrare in barca e di dormire a bordo. Si trovava da sola perché gli altri membri dell’equipaggio erano a terra perché avevano terminato il lavoro.

Secondo la ricostruzione i pompieri, dopo aver spento l’incendio, hanno trovato la giovane stesa sul letto, ormai senza vita. La morte sarebbe sopraggiunta per asfissia perché sul suo corpo non c’è traccia né di bruciature né di alcun tipo di violenza. Alcuni testimoni hanno riferito di avere sentito un boato intorno alle 3 del mattino, l’imbarcazione sarebbe stata avvolta dalle fiamme subito dopo. Intanto la procura di Torre Annunziata ha aperto un fascicolo di inchiesta che ipotizza i reati di incendio colposo, sommersione colposa e omicidio colposo, al momento contro ignoti.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.