In stato confusionale in autostrada, salvato dagli agenti prima di essere investito

Tragedia sfiorata ieri sera in autostrada dove un uomo ha rischiato seriamente di essere investito mentre vagava in autostrada. Ieri sera un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine Campania, percorrendo l’autostrada A1, all’altezza dello svincolo San Giovanni-Barra, ha visto una persona appiedata in evidente stato confusionale. I poliziotti, dopo aver azionato i segnali di emergenza, hanno avvicinato l’uomo, un afghano di 33 anni, preoccupato perché temeva che il suo permesso di soggiorno fosse scaduto.
Gli agenti, dopo averlo messo in sicurezza, lo hanno anche rassicurato avendo accertato la sua regolarità sul territorio nazionale.

La donna che voleva suicidarsi in autostrada

Un episodio che ricorda quello avvenuto solo alcuni giorni fa quando una donna di 40 anni, originaria di Nola ha tentato di suicidarsi lanciandosi sotto un’auto sempre in autostrada. L’episodio è avvenuto ieri mattina intorno alle 11:30 nella zona di Baiano. La donna camminava con abiti succinti e a piedi nudi quando improvvisamente si è lanciata al centro della carreggiata mentre giungeva una vettura. L’intervento della polizia ha evitato che si compisse la tragedia. La situazione sembrava essersi calmata la donna ha iniziato ad inveire contro un poliziotto lanciando pietre e terra e ferendolo ad un occhio. Gli agenti sono riusciti a bloccarla e calmarla. Altro episodio simile in autostrada a Catanzaro dove sempre gli agenti hanno notato un uomo. Questi era in evidente stato di disperazione e forte disagio emotivo. Riferì di essere in grosse difficoltà economiche in conseguenza della perdita del lavoro a causa delle restrizioni imposte per l’emergenza coronavirus.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK