15.4 C
Napoli
mercoledì, Dicembre 8, 2021
- Pubblicità -

Folle fuga da Scampia a Melito, 2 ragazzi cadono dallo scooter


Folle fuga da Scampia a Melito, 2 ragazzi cadono dallo scooter per sfuggire al posto di blocco. Poco prima delle due di notte e i carabinieri notavano una coppia di ragazzi a bordo di uno scooter. I militari stavano effettuando un posto di blocco lungo in via Roma direzione Scampia quando decidevano di fermarli, ma il ragazzo alla guida, con dietro una ragazza, non si fermava all’alt. Iniziava, così, un inseguimento di 4 chilometri che terminava solo a in via Madonelle a Melito. Dopo l’incidente lo scooter dei giovani restava incastrato tra un muro di cinta ed un paletto di ferro. Quindi il ragazzo fuggiva mentre la 21enne passeggera, originaria del centro storico, veniva soccorsa visto che era al sesto mese di gravidanza.

RAGAZZA INCINTA RICOVERATA DOPO L’INCIDENTE A MELITO

Il personale del 118 ricoverava la giovane incinta all’ospedale. Poco dopo i carabinieri trovavano il ragazzo che guidava lo scooter, infatti, si era nascosto tra alcune auto in sosta. Sul giovane pendeva una misura cautelare a causa delle violazioni commesse in una comunità dove era sottoposto per rapina aggravata.

I carabinieri accertavano che lo scooter utilizzato per la fuga fosse stato rubato, inoltre, trovata al suo interno anche una carta di identità contraffatta con la foto del 17enne e i dati anagrafici diversi. L’arrestato è stato portato al carcere di Nisida.

GLI ALTRI CONTROLLI DEI CARABINIERI

I carabinieri conducevano anche altri controlli nei quartieri di Napoli. Poco dopo le 3 di notte e i militari dell’Arma, allertati dal 112, intervenivano in una casa ai Colli Aminei. Un 33enne aveva da poco minacciato e aggredito sua sorella convivente. Quindi i carabinieri entravano nell’abitazione e, dopo aver sottratto la donna dalle mani dell’uomo, sistemavano il trentenne in una stanza per evitare che si avvicinasse all’aggredita. Proprio lì venivano anche loro colpi con calci e pugni: 33enne arrestato ed è in attesa di giudizio. I carabinieri medicati dal personale del 118 e ne avranno per 7 giorni. Infine i militari arrestavano in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura Minorile di Napoli e denunciato a piede libero per resistenza, ricettazione e possesso di documenti di identificazione falsi un 17enne di Mondragone.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Violenza familiare in provincia di Napoli, la nipote si lancia dalla finestra

Violenza familiare in provincia di Napoli, la nipote si lancia dalla finestra. I carabinieri di Monte di Procida in...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria