Non si ferma all’alt e travolge un carabiniere, poi il folle inseguimento: scene da film a Ischia

Non si è fermato al posto di controllo nonostante gli fosse stato intimato l’alt. Anzi, ha deciso da accelerare e con la sua auto, una Fiat 500, investendo uno dei due militari che avevano imposto il blocco. I fatti sono accaduti ad Ischia, dove un 22enne incensurato è stato messo ai domiciliari in atteso del rito per direttissima. Il giovane è accusato di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e lesioni.

Tutto è successo questa mattina, sull’ex statale 270. I carabinieri hanno prima intimato l’alt per un semplice controllo, poi hanno inseguito la vettura che si è data alla fuga e l’hanno sorpassata costringendola a fermarsi. Il 22enne spegne l’auto, la riaccende subito e scappa prendendo in pieno lo sportello della pattuglia. Poco dopo, la scena si ripete: questa volta però uno dei due militari viene travolto. Per fortuna per lui si sono registrate soltanto ferite lievi.

L’arrestato aveva documenti in regola e, nessun motivo, ha potuto giustificare la ‘follia’ commessa. Probabilmente si è trattato di un raptus.