Picchiata, rapita e violentata per 3 giorni, 28enne si lancia da auto in corsa per sfuggire all’ex

Segregata, picchiata e violentata per tre giorni. E’ l’incubo vissuto da una 28enne, rapita dal suo ex, un 30enne albanese con precedenti di polizia. L’uomo, irregolare sul territorio italiano, con a carico un ammonimento del questore di Perugia, è stato rintracciato e arrestato dalla polizia. La vittima degli abusi è riuscita a salvarsi lanciandosi dall’auto in corsa. Una volta in fuga è stata salvata da passanti e guardie giurate di un centro commerciale, che l’hanno difesa dal ritorno del suo aguzzino.