Il Parco Verde di Caivano è la più grande piazza di spaccio del Sud: 40 arresti nel blitz

parco verde piazza napoli prima la teleonata poi la partenza dei corrieri

Colpo alla più grande piazza di spaccio del Sud, riforniva il Parco Verde di Caivano. Nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, i carabinieri del comando provinciale di Napoli eseguivano, in varie aree del territorio nazionale, a un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal Gip del Tribunale di Napoli Nord nei confronti di 55 soggetti. Tutti raggiunti da gravi indizi di colpevolezza per una pluralità di condotte di detenzione e cessione a terzi di sostanze stupefacenti di vario tipo. Nonché per reati in materia di armi e per i reati di furto in abitazione, rapina, procurata evasione di soggetto detenuto presso la propria abitazione.

LE INDAGINI SULLA PIAZZA DI SPACCIO

Le indagini, eseguite anche attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali nonché attraverso plurime attività di riscontro sul territorio sfociate in sequestri di sostanze stupefacenti ed arresti in flagranza di reato. Reati consumati tra il marzo e il luglio 2018 e scoperti dai militari della sezione operativa di Casoria.

Le indagini consentivano di accertare una pluralità di condotte di cessione a terzi di droga. Rifornito anche il “Parco Verde” di Caivano. Tutto ciò avveniva in essere attraverso contatti telefonici che consentivano agli acquirenti di richiedere direttamente e rapidamente quanto desiderato.

I MINORENNI USATI COME CORRIERI NELLE PIAZZA DI SPACCIO

Successivamente, colui che volta per volta riceveva le richieste, si premurava di affidare la sostanza da recapitare a soggetti incensurati o comunque di giovane età, in alcuni casi anche minorenni. Il loro compito era consegnare la droga in punti concordati. I corrieri , infatti, prestavano attenzione ad avere con sé solo piccoli quantitativi di sostanza stupefacente. Ciò per esporsi nel minor modo possibile ai controlli da parte delle forze dell’ordine.

Nello specifico nei confronti di 24 soggetti disposta la custodia cautelare in carcere, mentre nei confronti di ulteriori 16 soggetti disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. Ancora, altri 15 soggetti sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Smantellata la piazza del Parco Verde, arrestato anche il trans Ciro Migliore

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook