Pistola e caricatore nella roccaforte del clan dei Casalesi: era pronta a sparare

La mattina dell’otto agosto il personale della locale Squadra di Polizia Giudiziaria, diretta dal 1° Dirigente Dott. Vincenzo Gallozzi e coordinato dal Comm. Capo Dott. Vincenzo Marino, a seguito di intensa attività info investigative, rinvenivano in Villa di Briano, zona del cosidetto “ clan dei casalesi “, nei pressi dell’uscita della S.S.7 bis, una pistola semiautomatica mod. 9×19 di fabbricazione Yugoslava con caricatore e cartucce inserite pronta all’uso di ulteriori atti criminali.

L’arma in questione era sequestrata e messa a disposizione della locale Polizia Scientifica per gli accertamenti del caso. L’operazione di cui sopra, rappresenta inevitabilmente il frutto della dedizione investigativa e della costanza operativa svolta da parte di tutto il personale di Polizia del Commissariato di Aversa con risposta alle sempre più accresciute esigenze di sicurezza proveniente da parte della cittadinanza, soprattutto in questo determinato periodo dell’anno.