Quantcast
9.7 C
Napoli
mercoledì, Febbraio 1, 2023
Pubblicità

Pizzo ad un imprenditore: arresti eccellenti nel Casertano

Pubblicità

Questa volta, gli agenti hanno giocato d’anticipo. Le indagini che hanno portato all’arresto in flagranza di reato di Raffaele Pascarella (32 anni) e Clemente Massaro (24 anni, parente del capoclan Bartolomeo Massaro) sono nate in totale autonomia e, soprattutto, in sordina. I due camorristi sono volti noti nell’area est del Casertano. Quando i poliziotti del Squadra Mobile della Questura di Caserta li hanno avvistati hanno intuito che qualcosa stava per muoversi. I due sono da tempo catalogati come estorsori del pizzo del clan Massaro. I loro nomi hanno tolto il sonno a numerosi imprenditori tra le cittadine di Santa Maria a Vico, Arienzo e San Felice a Cancello. Così, hanno cominciato a seguirli, da invisibili. E hanno avuto ragione. I due avevano puntato un imprenditore di Arienzo.

pizzo-arienzo-caserta
La zona di “ritiro” del pizzo, Caserta Est – Google

L’arresto subito la consegna del pizzo

La richiesta dei due strozzini ammontava a 4000 euro. L’imprenditore, messo alle strette e per paura di ritorsioni, ha accettato il compromesso suggerito dai due criminali. La consegna, stando alla ricostruzione degli inquirenti, è stata programmata in un bar della zona. Ed è lì che gli agenti di polizia, guidati da Filippo Portoghese e Marta Sabino, hanno teso la trappola ai due camorristi. Appena l’imprenditore ha consegnato la mazzetta, è scattato il blitz. I due non hanno avuto vie di fuga ne attenuanti. Il denaro è stato riconsegnato all’imprenditore, i due del clan Massaro sono stati incarcerati nel penitenziario di Santa Maria Capua Vetere con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Pubblicità
Pubblicità

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità

Ultime Notizie

Clan De Micco al capolinea, la Cassazione conferma le condanne per i ‘Bodo’

Non si salva nessuno. O quasi. La Corte di Cassazione (V sezione penale) ha confermato le condanne rimediate in...

Nella stessa categoria