Prima ingoia forchette e chiodi, poi gli accendini: giovane detenuto tenta il suicidio in Campania

Immagine di repertorio

Ancora un tentato suicidio per C.G., giovane detenuto nel carcere di Arienzo. Il 27enne, dietro le sbarre dallo scorso settembre, ha tentato più di togliersi la vita 4 volte nell’ultima settimana, ingoiando qualsiasi cosa gli capitasse sotto mano. Nei giorni scorsi aveva ingerito, finendo in ospedale, una forchetta, dei chiodi e degli stuzzicadenti.

Oggi invece, il giovane detenuto ha tentato di farla finita ingoiando degli accendini. Ricoverato immediatamente all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, è stato tratto in salvo grazie all’ormai solita gastroscopia.