Quasi 2 chili di hashish nascosti nel terreno, arrestati 3 napoletani: incastrati dalle chat Whatsapp

Salvatore Curci, 25 anni, Alessandro Anastasio, 20 anni, e Raffaele Pone, 21 anni: tutti già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati dai carabinieri della sezione radiomobile di Ischia per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante una perquisizione, i militari hanno trovato nelle disponibilità di Curci una stecchetta di hashish e 560 euro in contanti. Nell’abitazione del 25enne sono stati invece sequestrati 46 grammi di hashish, 0,4 grammi di cocaina, 0,35 grammi di marijuana, quattro coltelli intrisi di stupefacente, materiale vario per il confezionamento e un bilancino di precisione.

Grazie all’analisi delle conversazioni Whatsapp salvate sul cellulare di Curci, i carabinieri hanno individuato i due complici e il luogo dove la droga veniva stoccata prima della rivendita. Hanno così raggiunto un terreno incolto di Ischia, trovandovi Pone e Anastasio. Sotto una zolla di terra  hanno poi rinvenuto e sequestrato 1,5 chili di hashish suddivisi in 16 panetti, 51 grammi di cocaina e 55 grammi di caffeina utilizzata per il taglio. Al termine delle formalità di rito, gli arrestati sono stati tradotti al carcere di Poggioreale.