Ieri la pagina Facebook dell’Inps ha ricordato le prescrizioni per richiedere i contributi di sostegno.  “E’ possibile richiedere l’ISEE 2020 per confermare il diritto alle prestazioni a sostegno del reddito come il bonus bebè o il reddito e la pensione di cittadinanza. La mensilità di gennaio delle prestazioni verrà erogata anche in caso di non presentazione del nuovo ISEE. Per ricevere quelle da febbraio in poi l’ISEE va richiesto entro il 31 gennaio 2020. In caso di ritardo le prestazioni verranno sospese per riprendere a ISEE certificato. Per la compilazione vi rimandiamo al messaggio di settembre che prevede che per ottenere l’ISEE sia necessario inserire redditi da lavoro del 2018 (Certificazione Unica e dichiarazione dei redditi 2019), giacenze e saldi di conti correnti postali e bancari, ecc. al 2018. Se ci fossero cambiamenti (come la possibilità di optare per giacenze e saldi 2019) vi aggiorneremo come di consueto in tempo reale“.

LA CIRCOLARE

Con la circolare n. 147 del 2019, l’Inps ha reso note tutte le date di pagamento delle pensioni per l’anno 2020. La circolare avvisa i pensionati e percettori di prestazioni a sostegno del reddito che nessun conguaglio è stato fatto rispetto all’aumento di perequazione per le pensioni dell’anno 2019 ma non tiene conto della probabile riduzione della rivalutazione delle pensioni per effetto della Legge di Bilancio 2020. Essa contiene la rivalutazione dell’1,1% degli importi dell’assegno sociale, della pensione sociale, dell’indennità di accompagnamento, delle prestazioni assistenziali per invalidi civili, ciechi civili, sordumuti ecc.

E conferma anche le date di accredito della pensione ai pensionati tramite banca o Poste Italiane, confermando che la pensione di gennaio 2020 arriverà il giorno venerdì 3 gennaio 2020.

Da notare inoltre che slitta il pagamento delle pensioni anche nei mesi di febbraio, maggio e agosto 2020 per chi si avvale delle banche o istituti di credito. A novembre 2020 slitta di un giorno per tutti.

Questo per effetto della normativa introdotta dal 2018, relativa al sistema di pagamento delle pensioni in Italia.

Gli aumenti

Pochissimi euro di aumento mensile per tutti e un ricalcolo che – per oltre due milioni di assegni – avrà il sapore della beffa, portando un beneficio ulteriore misurabile addirittura in centesimi. Sul fronte della perequazione delle pensioni (ovvero la rivalutazione che annualmente dovrebbe adeguarle al costo della vita) il 2020 non porta notizie particolarmente interessanti per i circa 16 milioni di pensionati italiani. In larga parte dipende dalla stessa inflazione, che soprattutto negli ultimi mesi ha rallentato, assestandosi in via provvisoria ad un risicato +0,4 per cento di media 2019.

 

 Da 2 giorni è iniziato il nuovo anno e come ogni nuovo anno le date di accredito delle pensioni Inps subiscono delle piccole variazioni che dipendono dal calendario del nuovo anno, poiche come tutti sanno se i giorni di pagamento delle pensioni cadono in giorni festivi o prefestivi come il sabato o la domenica vengono posticipati al primo giorno lavorativo e per tanto i pensionati riceveranno la loro pensione con qualche giorno di ritardo.

Ecco di seguito il calendario 2020 con tutti i pagamenti delle pensioni per ogni singolo mese, la date sono le stesse sia per chi ha l’accredito presso Poste Italiane che presso una Banca:

  • gennaio 2020 il pagamento avviene per tutti venerdì 3;
  • febbraio 2020 il pagamento delle pensioni 2020 sarà sabato 1 per Poste Italiane e lunedì 3per l’Istituto di credito;
  • marzo 2020 il pagamento avviene lunedì 2 per tutti;
  • ad aprile 2020 il pagamento della pensione 2020 sarà mercoledì 1 per tutti;
  • maggio 2020 il pagamento realizzato sabato 2 per le Poste e lunedì 4 per le banche;
  • giugno 2020 il pagamento delle pensioni 2020 avviene per tutti lunedì 1;
  • luglio 2020 il pagamento delle pensioni 2020 avviene per tutti mercoledì 1;
  • ad agosto 2020 il pagamento avviene sabato 1 per le Poste e lunedì 3 per le banche;
  • settembre 2020 il pagamento è per tutti il martedì 1;
  • ottobre 2020 il giovedì 1;
  • novembre 2020 il pagamento avviene il lunedì 2;
  • dicembre 2020 il pagamento delle pensioni 2020 avviene per tutti martedì 1.

Reddito di Cittadinanza

Reddito di cittadinanza 2020: l’Inps ha fatto chiarezza sul pagamento di gennaio, spiegando che la ricarica verrà comunque effettuata anche a coloro che non hanno ancora provveduto al rinnovo ISEE.

A darne notizia è stato l’Inps per la famiglia, pagina Facebook nata proprio per rispondere ai dubbi dei cittadini riguardo alle prestazioni per il sostegno del reddito riconosciute dall’Istituto, quale appunto il reddito di cittadinanza.

Ebbene, l’Inps è intervenuto per rispondere in merito al rinnovo ISEE 2020 necessario per continuare a fruire del reddito di cittadinanza e degli altri sostegni economici riconosciuti dall’Istituto (e legati alla soglia di reddito), spiegando che la prossima ricarica non è comunque a rischio.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.