6 C
Napoli
sabato, Gennaio 22, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Marano. Arrestato per l’omicidio del gioielliere Gala, scarcerato complice di De Fenza


Coinvolto nella rapina, sfociata poi in omicidio, del gioielliere di Marano Salvatore Gala, Santolo Chianese lascia i domiciliari. Il tribunale del Riesame di Napoli – X Sezione – ha infatti accolto l’istanza presentata dall’avvocato Carlo Carandente Giarrusso ed ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare e disposto l’immediata liberazione dell’indagato. Chianese era stato arrestato lo scorso 21 luglio con le accuse  di favoreggiamento reale e personale e occultamento delle cose pertinenti il reato. Insieme a Chianese, finirono in manette anche altri complici di Maurizio De Fenza, ovvero Michele Battilomo, 31 anni, e Maria Russo, 31 anni. I tre avrebbero, secondo l’accusa, aiutato De Fenza nelle immediatamente successive al delitto.

L’ordinanza firmata dal Gip Barbara Del Pizzo, ravvisava “gravi indizi di colpevolezza’’ per i tre soggetti. In particolare Santolo Chianese finì ai domiciliari perché, secondo l’accusa, “dopo la commissione dei reati da parte di De Fenza Maurizio e Battilomo Michele, interveniva per aiutare gli stessi nella fuga, nell’occultamento del corpo del reato e delle cose pertinenti il reato nonché nell’inquinamento del quadro probatorio risultando determinante per l’elusione delle investigazioni dell’Autorità giudiziaria e per l’assicurazione del profitto/provento della rapina. In particolare si recava nella gioielleria di Gala Salvatore immediatamente dopo’’ il delitto “aiutandoli ad occultare le prove e i reati sottraendo il telefono della vittima Gala Salvatore ed il supporto per la registrazione delle immagini di videosorveglianza; ad occultare l’arma del delitto; ad assicurarsi il possesso della refurtiva; ad organizzare una fuga dalla gioielleria “Gala’’ con la propria autovettura marca Toyota, modello Yaris tg EH7226ZC; ad assicurarsi il prodotto, il profitto/prezzo del reato, trasportando con la medesima autovettura la refurtiva dalla gioielleria “Gala’’ sino all’abitazione di Russo Maria, fidanzata di De Fenza Maurizio. Con l’aggravante di aver commesso il reato per eseguirne od occultare un altro ovvero per conseguire o per assicurare a sé il prodotto od il profitto od il prezzo di un altro reato’’. 

Lo scorso 9 agosto furono già revocati i domiciliari a Maria Russo, ex fidanzata di De Fenza,

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Giugliano. Corsa contro il tempo per il Puc, senza l’approvazione a rischio i fondi del Pnrr

Il Piano urbanistico comunale diventa cruciale per l'accesso ai fondi Pnrr. A Giugliano, così come negli altri Comuni, occorre...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria