Schianto sull’A1 all’altezza del Frecciarossa deragliato, morto ragazzo di 21 anni

Immagine di repertorio

Un incidente lungo l’autostrada A1 ha causato la morte di una ventunenne, mentre altri tre giovani sono rimasti feriti in modo grave, a Ospedaletto Lodigiano la notte scorsa, nei pressi del luogo in cui si trova il Frecciarossa deragliato il 6 febbraio scorso. L’auto a bordo della quale viaggiavano si è schiantata all’altezza di una piazzola di sosta.

Una delle ipotesi al vaglio di chi deve chiarire le cause dell’incidente è che il conducente della vettura, o un automobilista che non è rimasto coinvolto, si siano distratti per cercare di vedere il convoglio deragliato, causando lo schianto. Le indagini sono affidate alla Polizia stradale.

PREFETTO: «PROBLEMA CURIOSI IN A1 È REALE»

Il problema di persone che in autostrada possano rallentare o fare manovre inadeguate per poter vedere il treno, è «reale e stiamo cercando di gestirlo al meglio». A spiegarlo è il prefetto di Lodi, Marcello Cardona, che aggiunge: «C’è la Polizia Stradale che è stata incaricata proprio di gestire la questione e siamo sicuri del fatto che si occuperà anno di tutto questo al meglio, con più pattuglie al giorno». La notte scorsa. lungo la A1, nei pressi del luogo del deragliamento, si è verificato un incidente in cui è morta una ragazza e una delle ipotesi è che l’incidente sia accaduto perché il conducente dell’auto a bordo della quale c’era la vittima o un altro automobilista abbia compiuto una manovra sbagliata appunto per vedere il convoglio.