pronto soccorso
Il gesto ripreso nelle immagini

Ha dell’incredibile quello che è accaduto all’ospedale ‘Santa Maria delle Grazie’ di Pozzuoli. Un uomo, in stato di ebbrezza si è abbassato i pantaloni mentre era in sala di attesa del pronto soccorso e ha defecato sulla sedia, come nulla fosse. A riportare la notizia è il sito cronacaflegrea, l’uomo dopo aver completato si è pulito con un rotolone utilizzato nel dai sanitari lasciando il tutto sulla sedia. La scena è stata ripresa da alcuni presenti increduli per quanto stesse accadendo.

 

pronto soccorso

Ha dell’incredibile quello che è accaduto all’ospedale ‘Santa Maria delle Grazie’ di Pozzuoli. Un uomo, in stato di ebbrezza si è abbassato i pantaloni mentre era in sala di attesa del pronto soccorso e ha defecato sulla sedia, come nulla fosse

Potrebbe interessarti anche

Calcio in pieno petto al medico, poi aggredisce l’infermiere al pronto soccorso: notte di follia a Ponticelli

 

Ancora un’aggressione ai danni dei sanitari del 118. L’ultimo episodio, raccontato da Nessuno tocchi Ippocrate, è avvenuto a Ponticelli, in via Vera Lombardi. Intorno alle 21 di ieri sera, difatti, arriva una chiamata all’equipaggio medico, allertato per un paziente autolesionista. Quest’ultimo era già noto al servizio del 118 e, per questo motivo, l’ambulanza è stata scortata dai carabinieri.

L’aggressione

Appena entrati nel domicilio, il paziente chiede di parlare con il medico. Dopo essersi avvicinato, però, riceve un calcio al petto cadendo a terra. L’aggressione è avvenuto proprio sotto agli occhi delle forze dell’ordine che avevano scortato i camici bianchi al pronto soccorso. Immediata la chiamata per fare accorrere sul posto altre pattuglie, per un totale di 7 auto. Proprio le forze dell’ordine trasferiscono l’uomo all’Ospedale del Mare – dopo che questo ha minacciato i sanitari – e appena entra al pronto soccorso, aggredisce l’infermiere del triage. 

Dall’altra parte, invece, il medico del 118 ha scelto di non refertarsi per continuare il servizio date le poche ambulanze.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.