Tenta di strangolare convivente davanti a figli piccoli, salvata dai carabinieri

(ANSA) – BOLOGNA, 11 MAG – Un uomo di 35 anni è stato arrestato dai Carabinieri per maltrattamenti in famiglia. E’ accusato di avere picchiato e tentato di strangolare la convivente, alla presenza dei due figli minorenni della coppia.

Ha tentato di strangolare la convivente davanti ai figli

L’aggressione è avvenuta in un’abitazione a San Pietro in Casale, nel Bolognese.
La donna è riuscita a chiedere aiuto chiamando il 112 e i militari hanno trovato il 35enne ancora in casa. Secondo quanto ricostruito, l’uomo le aveva messo le mani addosso durante una discussione scoppiata per motivi banali. E’ intervenuta anche un’ambulanza del 118 per medicare la vittima, che ha riportato contusioni al collo e allo sterno.

Tentato omicidio della convivente, un anno fa episodio analogo in Campania (l’articolo del 22/5/2019)

Il giudice per le Indagini Preliminari, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento, nel pomeriggio di ieri, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal nei confronti di un cinquantaseienne beneventano, raggiunto da gravi indizi di reato per i reati di tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia.

Da tempo l’uomo ingiuriava e malmenava la moglie, cagionandole lesioni che la donna non aveva il coraggio di denunciare, costringendola, in alcuni casi, a dormire sul balcone di casa.

Durante un recente episodio di violenza, l’indagato aveva tentato persino di strangolare la moglie, salvata solo dall’intervento provvidenziale del figlio e successivamente di un pattuglia della Squadra Volante. Dopo l’allontanamento della vittima dall’abitazione, l’uomo aveva iniziato a vessarla con continue telefonate, cagionando in lei una tale esasperazione da indurla a tentare il suicidio.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK