Ad Arzano la base del ‘pezzotto’ su Facebook, 42 denunce

Immagine di repertorio

Denunciate 42 persone e sequestrati 2 mila articoli
contraffatti venduti sui social e che avevano fruttato 1 mln di
euro in 3 anni. La Guardia di Finanza della Spezia ha
intercettato nell’operazione ‘Low Cost’ un vero sodalizio
criminale con base a Arzano (Napoli) e con un vero emporio
del falso totalmente sconosciuto al fisco a Bovolone (Verona).
I prodotti apparentemente griffati ma a prezzi irrisori venivano
proposti attraverso community di Facebook come ‘Vendo e
regalo La Spezia e Provincia’. Tra i marchi contraffatti Nike,
Louis Vuitton e Armani. Gli investigatori hanno sequestrato
23 pacchi diretti a acquirenti spezzini. Pensando di essere
stati truffati i clienti hanno iniziato a diffondere i numeri delle
carte Postepay e i nomi dei fornitori. La Procura ha disposto perquisizioni a Spezia, in Emilia Romagna, Lombardia,
Piemonte e Veneto dove hanno scoperto l’emporio del falso. Le indagini hanno portato poi a Arzano dove sono stati
rinvenuti capi di abbigliamento contraffatti, etichette e attrezzi. I versamenti di denaro risultavano diretti su 20 carte
intestate a 5 prestanome, poi sequestrate, sulle quali in tre anni era stato caricato 1 milione di euro. Tra i denunciati,
sette persone fanno parte della stessa famiglia. Oscurati 5 profili Facebook dai quali partivano le offerte.