[Video] Alto impatto alla Bussola: sequestri di revolver, cocaina e ‘fumo’

La paura fa cinquantacinque. E’ il numero degli arresti in flagranza in due anni della squadra investigativa del commissariato di Secondigliano (guidato dal vice questore aggiunto Raffaele Esposito). Due anni (dal settembre 2018) di interventi ‘a picchiata’ di quelli che ormai sono definiti ‘ i fantasmi di Secondigliano’. Spettri in divisa che si materializzano dal nulla e che non lasciano scampo ai pusher e ai venditori su strada. E’ avvenuto tante e più volte (leggi qui l’ultimo intervento). I fantasmi di Secondigliano sanno come e chi colpire. Anche ieri gli ‘spettri’ si sono materializzati attraverso un’operazione di ‘Alto impatto’ nella zona della Bussola, zona conosciuta da tutti come ‘o priatorio, al confine tra San Pietro a Patierno e Poggioreale.

 

L’operazione ha visto in azione oltre agli uomini del commissariato di Secondigliano, gli uomini del VI Reparto Volo, degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, dei Nibbio e dell’unità cinofila dell’Ufficio Prevenzione Generale oltre a personale dell’Asia e della società elettrica per la rimozione di manufatti abusivi. Nel corso delle attività sono state identificate 34 persone, di cui 11 con precedenti di polizia, controllate 18 autovetture e 5 motoveicoli, tre dei quali sottoposti a sequestro amministrativo; sono state contestate 8 infrazioni del Codice della Strada.  Durante le operazioni di bonifica è stata rinvenuta all’interno del vano ascensore di uno stabile una pistola replica di revolver, priva del tappo rosso, oltre a due involucri contenenti cocaina per un peso di due grammi e stecche di  hashish per un peso di circa 10 grammi; mentre su un marciapiede è stata abbattuta, con l’intervento di una squadra dei vigili del fuoco, una struttura in metallo completamente abusiva. Sono state controllate 7 persone sottoposte agli arresti domiciliari una delle quali, presso il proprio domicilio in via della Bussola, aveva nascosto nel bagno 10 involucri contenenti marijuana per un peso di circa 40 grammi e due bilancini di precisione. Giovanni Cerrato, 30enne napoletano, e la moglie, una 27enne napoletana, sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Cerrato era stato arrestato, sempre dai poliziotti di Secondigliano, in via dello Scirocco quasi un anno fa.

Gli altri interventi nella zona della Bussola

I poliziotti hanno inoltre denunciato  per contrabbando di sigarette due uomini ai quali sono stati sequestrati un totale di 1,02 kg di ‘bionde’; hanno poi controllato un bar e denunciato il titolare per furto di energia elettrica e sanzionato per inottemperanza alle prescrizioni sui videogiochi e per omessa esposizione delle licenze. I poliziotti, con i medici veterinari dell’Asl NA1 e le Guardie Zoofile E.N.D.A.S., hanno controllato un terreno in strada Comunale Selva Carafo in cui erano tenuti 44 cavalli, rilevando alcune irregolarità.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook