Un uomo di 73 anni è stato malmenato e rapinato, a Cizzolo (Mantova) da tre ragazzi che hanno approfittato della sua attività di volontario per il traposto di malati in ospedale. Verso l’anziano – riporta oggi il Corriere della Sera – si è poi avviata una gara di solidarietà tra i cittadini del suo paese.

L’uomo, Angelo Cocconi, vive nelle case popolari messe a disposizione da Meridiana, a Viadana, in collaborazione col comune. Vivendo con una pensione minima, aveva deciso di inventarsi tassista per una piccola mancia al massimo. Ma, nel caso specifico, non aveva nemmeno pensato a chissà quale introito, mettendo il buon cuore davanti a tutto il resto.

Ma la sua fiducia nel prossimo è stata tradita: adesso per il 73enne è scattata la corsa alla solidarietà. E mentre la denuncia ha fatto partire le indagini da parte dei Carabinieri, ecco che da più parti, nel Casalasco e nel Viadanese, in molto si stanno muovendo per aiutare l’uomo, economicamente e pure nella ricerca di un’auto sostitutiva, dato che il 73enne ora è senza mezzo per circolare. L’unica nota positiva di una storia davvero brutta.

E’ accaduto tra Viadana (Mantova), dove il pensionato abita, e Oglio Po (Mantova) dove due giovani, dopo averlo raggiunto telefonicamente a casa, ed essersi fatti accompagnare all’esterno di un pronto soccorso e poi a prelevare una ragazza, un’amica, che a loro dire non stava bene, hanno aggredito l’uomo minacciandolo con un coltello, picchiandolo e lasciandolo sul bordo del fiume, all’una di notte, portandogli via l’auto. E proprio la rapina della vettura, con cui l’anziano si procura qualche mancia trasportando le persone agli ospedali, ha dato il via a una gara di solidarietà.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.