Tre restano in carcere ed uno scarcerato. Questo l’esito del tribunale del Riesame per il quartetto accusato dei raid nei punti Asl dell’area Nord di Napoli. La Squadra Mobile aveva eseguito un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 4 soggetti: Antonio Maddaluno, Walter Pirozzi, Maurizio Pezzurro e Paolo Cacciapuoti, tutti di Giugliano. Pirozzi, Maddaluno e Cacciapuoti erano già stati arrestati in flagranza  dopo un tentativo di assalto all’Asl di Afragola.

L’ottava Sezione, collegio F, del tribunale del Riesame ha annullato l’ordinanza per Pezzurro (difeso dall’avvocato Pasquale Pianese) e ne ha disposto l’immediata scarcerazione mentre ha confermato la detenzione in cella per gli altri 3.

I fatti

Con una sega smerigliatrice scassinavano i ‘Punti giallì dei Distretti Asl nell’area nord della provincia di Napoli e si impossessavano del denaro contenuto, versato dagli utenti per il pagamento delle prestazioni sanitarie. Erano gravemente indiziati di associazione per delinquere, rapina aggravata, porto e detenzione illegale di armi e ricettazione, sono state arrestate ieri pomeriggio dalla Squadra mobile di Napoli in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli Nord su richiesta della Procura aversana.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.