“Basta col giro del cafone”, i residenti di via Roma si lamentano

I residenti di Via Roma di Pompei sono tormentati da anni dal rinomato e squallido “giro del cafone” che disturba sopratutto nei week end il sonno e la tranquillità dei cittadini.
Via Roma è una strada su cui vige la normativa della “zona del silenzio”, cioè il blocco della circolazione negli orari notturni, soluzione che però non ha fermato il giro del cafone, cioè l’usanza di molti ragazzi sopratutto nei fine settimana di circolare in auto, negli orari serali anche alle 3 di notte, con il volume della musica molto elevato e strombazzando il clacson, con l’intento di attirare l’attenzione del sesso femminile.

Diversi cittadini hanno più volte segnalato il problema e chiesto l’intervento del sindaco e della Polizia Locale, che dopo dei primi tentativi di sedare il caos, non sono riusciti a trovare una soluzione definita al problema e così i residenti si sono rivolti al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e a Gianni Simioli della radiazza.

Il “giro del cafone” rende ostaggi i cittadini di Via Roma a Pompei. Borrelli: “Questa barbara tradizione non può più continuare.”

Il “giro del cafone” rende ostaggi i cittadini di Via Roma a Pompei. Borrelli: “Questa barbara tradizione non può più continuare.”I residenti di Via Roma di Pompei sono tormentati da anni dal rinomato e squallido “giro del cafone” che disturba sopratutto nei week end il sonno e la tranquillità dei cittadini.Via Roma è una strada su cui vige la normativa della “zona del silenzio”, cioè il blocco della circolazione negli orari notturni, soluzione che però non ha fermato il giro del cafone, cioè l’usanza di molti ragazzi sopratutto nei fine settimana di circolare in auto, negli orari serali anche alle 3 di notte, con il volume della musica molto elevato e strombazzando il clacson, con l’intento di attirare l’attenzione del sesso femminile. Diversi cittadini hanno più volte segnalato il problema e chiesto l’intervento del sindaco e della Polizia Locale, che dopo dei primi tentativi di sedare il caos, non sono riusciti a trovare una soluzione definita al problema e così i residenti si sono rivolti al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e a Gianni Simioli della radiazza. “I residenti di via Roma vivono una situazione assurda eppure c’è una precisa segnaletica, in entrambi i sensi di marcia, che indica il divieto di circolazione nella fascia notturna. Questo ‘giro del cafone’ porta con sé tutta una serie di problematiche correlate: schiamazzi, musica alta, intralcio alla circolazione, ostruzione della strada e disordini di varia natura anche in tardissima notte. I cittadini sono stanchi e stravolti, non riescono a riposare poiché i disordini proseguono fino a tarda notte. Chiediamo che sia verificata la presenza di telecamere nella strada e il loro funzionamento, inoltre c’è bisogno di controlli e pattugliamento sul campo con dure sanzioni. Questa barbara tradizione non può più continuare.”- sono state le parole del Consigliere Borrelli.

Publiée par Francesco Emilio Borrelli sur Mercredi 5 février 2020

“I residenti di via Roma vivono una situazione assurda eppure c’è una precisa segnaletica, in entrambi i sensi di marcia, che indica il divieto di circolazione nella fascia notturna. Questo ‘giro del cafone’ porta con sé tutta una serie di problematiche correlate: schiamazzi, musica alta, intralcio alla circolazione, ostruzione della strada e disordini di varia natura anche in tardissima notte. I cittadini sono stanchi e stravolti, non riescono a riposare poiché i disordini proseguono fino a tarda notte. Chiediamo che sia verificata la presenza di telecamere nella strada e il loro funzionamento, inoltre c’è bisogno di controlli e pattugliamento sul campo con dure sanzioni. Questa barbara tradizione non può più continuare.”- sono state le parole del Consigliere Borrelli.