Blitz della Finanza di Napoli, sequestrati nel porto quintali di droga dell'Isis
Blitz della Finanza di Napoli, sequestrati nel porto quintali di droga dell'Isis

Traffico internazionale di droga: è il reato che la Guardia di Finanza di Salerno e il Gico di Napoli contestano al titolare di una società di servizi elvetica, Alberto Eros Amato, di 45 anni, e a uno spedizioniere doganale, Giuliantonio Apicella, 49 anni, per i quali il gip di Salerno Francesco Guerra ha disposto, rispettivamente, il carcere e i domiciliari.

Le misure cautelari giungono al termine di indagini scattate dopo un ingente sequestro di sostanze stupefacenti avvenuto nel porto di Salerno l’11 giugno 2020 quando i finanzieri trovarono, in quattro container, tra capi di abbigliamento, mobili da ufficio e bobine di carta per la produzione di cartoni per imballaggi, ben 17 tonnellate di sostanza stupefacente, tra hashish e anfetamine.

Lo stupefacente, proveniente dalla Siria, sarebbe dovuto transitare nel porto di Salerno alla volta del Medio Oriente.

I due indagati, secondo gli inquirenti della Procura di Salerno, si sarebbero adoperati per organizzare il transito ed il successivo trasferimento di consistenti carichi di droga nascosti dietro idonei carichi di copertura. (ANSA).

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.