Raptus di follia nel Casertano. Picchia moglie e carabinieri, poi viene scoperto con 3 fucili e una pistola

Prima ha picchiato la moglie, poi ha aggredito i carabinieri durante il loro intervento e, infine, è stato scoperto con tre fucili e una pistola in casa, detenuti però regolarmente. Questo quanto accaduto a Cellole, dove nella notte tra martedì e mercoledì un pizzaiolo di 48 anni ha prima malmenato la moglie, poi si è dato alla fuga. Mentre tentava di scappare è stato però fermato dai carabinieri: di lì la furiosa reazione del fuggitivo che ha aggredito un militari aggiungendo nuove accuse a quelle precedenti.

Dopo una perquisizione domiciliare fatta a scopo precauzionale, inoltre, sono stati rinvenuti 3 fucili ed una pistola, armi detenute regolarmente. Scoperte anche 20 cartucce non denunciate. L’uomo è stato ristretto dopo le formalità di rito al carcere di Santa Maria Capua Vetere.